Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 13 Aprile |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Cose che non si devono fare a Messa anche se forse non lo sapevate…

web3-mass-people-pew-pray-catholic-diocese-of-saginaw-cc-by-nd-2-0

Diocesi cattolica di Saginaw (Stati Uniti) - CC BY-ND 2.0

Desde la fe - pubblicato il 16/01/18

Alzarvi al momento delle offerte? Rispondere al Credo al plurale? Piccoli dettagli che fanno la differenza

1. Non arrivate tardi
Ricordate che Dio vi sta aspettando per colmarvi del suo amore e darvi il suo perdono e un abbraccio; per parlarvi all’orecchio, dirvi quello che avete bisogno di sentire… Vi ha riservato un posto alla sua tavola, vi sta aspettando.

2. Non vestitevi in modo provocante
Non usate abiti che possano distrarre o provocare (scollature, minigonna, pantaloncini…)


MAN PRAYING

Leggi anche:
5 errori che potreste commettere a messa senza neanche saperlo

3. Non entrate senza salutare il Signore
Quando entrate in chiesa fate il segno della croce. Lui è lì, felice di vedervi. Ringraziatelo per avervi invitati.

4. Non evitate di fare un gesto di reverenza o la genuflessione
Se passate davanti all’altare, che rappresenta Cristo, fate un inchino. Se passate davanti al Tabernacolo, in cui c’è Cristo, fate una genuflessione (toccate il suolo con il ginocchio destro).

5. Non masticate la gomma, non mangiate e non bevete
È permessa solo l’acqua, in caso di necessità per motivi di salute.




Leggi anche:
14 meraviglie del potere della Santa Messa

6. Non accavallate le gambe
È considerato un atteggiamento poco rispettoso. Il vostro corpo esprima la vostra devozione.

7. Una stessa persona non deve proclamare la Lettura e il Salmo
Se vedete che c’è solo un lettore o una lettrice, offritevi per leggere, perché le Letture e il Salmo devono essere proclamati da lettori diversi (due durante la settimana e tre la domenica e nei giorni festivi, quando c’è anche la Seconda Lettura).

8. Non aggiungete frasi quando leggete le Letture o il Salmo
Non leggete le frasi scritte prima del testo e non dite “Prima Lettura”, “Salmo responsoriale” o “Seconda Lettura”. E alla fine non dite “Questa è la Parola di Dio”, perché non è una spiegazione; dite solo “Parola di Dio”. Non dite nemmeno “Rispondete al Salmo”, perché non è una recita; il Salmo è la risposta alla Prima Lettura.

9. Non recitate mai l’Alleluia
Non affrettatevi a dire “Alleluia, Alleluia”. Aspettate qualche secondo, e se nessuno lo canta omettetelo, ma non recitatelo mai.

10. Prima della proclamazione del Vangelo non fatevi il segno della croce
Dovete fare solo tre piccole croci, sulla fronte, sulle labbra e sul petto.

11. Non rispondete al plurale quando il Credo è sotto forma di domande
Chi presiede la celebrazione chiede al plurale: “Credete in Dio Padre Onnipotente?” Non rispondete “Crediamo”, perché la fede è personale. Rispondete “Credo”.

12. Non raccogliete le offerte durante la Preghiera Universale
La colletta si raccoglie durante la presentazione dei doni (quando tutti sono seduti e chi presiede serve il vino nel calice, benedice Dio per i doni del pane e del vino e si purifica le mani).

13. Non alzatevi durante la presentazione dei doni
A volte qualcuno si alza e per imitazione lo fanno anche gli altri. Forse vedendo il sacerdote alzare il calice e l’ostia crede che sia la Consacrazione, ma non lo è.

14. Non inginocchiatevi appena termina il “Santo”
Bisogna aspettare che chi presiede la Messa metta entrambe le mani sulla pisside e chieda allo Spirito Santo di trasformare il pane e il vino nel Corpo e nel Sangue di Cristo. È quello il momento di inginocchiarsi (se c’è la campanella, è quando viene suonata la prima volta).

15. Non sedetevi durante la Consacrazione
Se non potete inchinarvi rimanete in piedi, ma sedersi, a meno che non sia per malattia o anzianità, è una mancanza di rispetto nei confronti di Cristo che si rende presente sull’altare.

16. Non dite nulla ad alta voce durante la Consacrazione
C’è chi durante la Consacrazione dice “Signore mio, Dio mio”, ma distrae chi sta facendo la propria adorazione in silenzio.

17. Non dite a voce alta “Per Cristo, con Cristo e in Cristo…”
È parte della preghiera eucaristica, e deve recitarla solo chi presiede la Messa.

18. Non muovetevi dal vostro posto per lo scambio della pace
Dovete dare il segno di pace solo a chi sta accanto a voi, non alle persone degli altri banchi, né approfittare del momento per esprimere congratulazioni o condoglianze.

19. Non fate la Comunione se non vi siete preparati
Dovete aver mantenuto il digiuno eucaristico (non aver mangiato o bevuto nulla, né masticato una gomma, un’ora prima di comunicarvi) e non trovarvi in peccato grave.

20. Non vi accodate solo nella fila del sacerdote
Gesù è presente nell’Ostia Consacrata, indipendentemente dal fatto che la distribuisca il sacerdote o un Ministro Straordinario della Santa Comunione, che è una persona che ha ricevuto una preparazione speciale, è stata istituita dal vescovo e ha l’autorizzazione della Chiesa per distribuire la Comunione a Messa e portarla ad anziani e malati.

21. Dopo esservi comunicati non chiacchierate con gli altri
Dopo la Comunione, tornate al vostro posto e parlate con il Signore, che avete appena ricevuto.
Se non avete potuto fare la Comunione, fate una Comunione Spirituale e parlate con Lui.

22. Quando è terminata la distribuzione della Comunione, non continuate a cantare
Il canto deve terminare con l’ultima persona che si comunica, per lasciare il tempo per un silenzio sacro che permetta a ogni persona di entrare in dialogo con Dio.

23. Il cellulare non sia una fonte di distrazione
Arrivando in chiesa spegnete la suoneria del cellulare. Non mandate messaggi e non parlate al telefono, perché vi distraete e distraete gli altri. Dedicate tutta la vostra attenzione al Signore, che vi sta dedicando tutta la sua in quell’appuntamento d’amore che è la Messa.

24. Non trascurate i vostri bambini
Insegnate loro a stare nella casa del loro Padre Dio e a sapersi comportare come si deve.

25. Non uscite prima né come siete arrivati
Non perdetevi la benedizione con cui venite inviati nel mondo per dare testimonianza nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. E uscite con un proposito nuovo ispirato in voi dal Signore, per edificare nel mondo il suo Regno d’amore.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
erroriliturgia
Top 10
See More