Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Iraq: Mar Behnam, un monastero condiviso

Monastery of the Martyrs Mar Behnam and Marth Sarah
Monastero di Mar Behnam, particolare della facciata.
Condividi

Da secoli, i monaci siro-cattolici sono i fedeli guardiani della tomba di Mar Behnam, tra Mosul ed Erbil. Si tratta di un luogo-simbolo: i cristiani vi si recano a pregare ma è pure meta di pellegrinaggio per i musulmani. Un reportage di Maxime Dalle dall’Iraq.

Il tempo della ricostruzione

Al cuore della tomba, è già l’ora della ricostruzione. Una ventina di operai iracheni si danno da fare e terminano di evacuare le macerie. Guillaume de Beaurepaire, giovane architetto francese e membro di Fraternité en Irak, supervisiona questo storico cantiere.

Dopo aver spostato più di 600 metri cubi di detriti, fra cui si mescolavano statue, croci decorate, l’imponente coperchio della tomba di Mar Behnam, degli ex voto… adesso edificheremo di nuovo la cupola.

La sua squadra di lavoro e lui si basano su un vecchio modellino della tomba, realizzato nel 1910 e gentilmente prestato dal servizio archeologico di Mosul.

Per il momento, la tomba resta senza tetto. Delle pareti bianche appena coperte di calce accolgono i pochi pellegrini che vengono a raccogliersi. La nicchia dove riposano i santi Behnam e Sarah è fatta di marmo di Mosul. Viene in mente la mangiatoia di Betlemme… umile e spogliata.

Per la comunità cristiana, il cammino resta ancora lungo. Bisogna rilanciare la pietà popolare attorno a questo gioiello di chiesa. Ripristinare l’antica tradizione dei pellegrinaggi. Ritrovare l’unità simbolica del popolo attorno a questa santa tomba. Mar Behnam non sarà riedificato in un giorno. Fraternité en Irak prende di petto questo gravoso lavoro di restauro – un cantiere da 250mila euro –, perché per i cristiani d’Iraq quel monastero è, come Notre-Dame de Paris [in Francia e san Giovanni in Laterano in Italia, N.d.T.], il simbolo e lo splendore di una spiritualità bimillenaria.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.