Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi Aleteia tutti i giorni
Aleteia

Il manto della Madonna di Guadalupe può far sì che un ateo si converta? 5 segni che lo provano

Condividi

di Sebastian Campos

Io credo di sì. In genere la Madonna appare agli uomini e alle donne di fede, e lo fa per condividere un messaggio particolare con i suoi figli. Queste apparizioni sono quasi sempre accompagnate da prodigi soprannaturali, che danno sostegno al messaggio. La Vergine usa alcune persone per parlare e chiedere loro di essere suoi messaggeri, e perché le sue parole vengano accolte con fede e prese in considerazione utilizza questi segnali divini che danno forza al messaggio. Nel caso della Madonna di Guadalupe, la situazione viene accompagnata non da un solo segno prodigioso, ma da molti.

Va sottolineato che l’apparizione risale al 1531, e da quel momento fino ai giorni nostri scienziati di ogni settore, credenti e scettici, hanno osservato il manto della Madonna e lo hanno sottoposto a decine di prove per validare ciò che viene tramandato oralmente. Tutti, senza eccezione, confermano che il manto e l’immagine che riporta hanno caratteristiche soprannaturali. Quando viene esaminato in modo minuzioso, si trovano poi sempre nuovi segni divini.

Con queste cinque cose che vorrei raccontarvi credo che possa credere qualunque ateo…

1. Un’immagine dipinta da Colui che ha dipinto tutto il creato

La maggior parte delle invocazioni mariane che conosciamo implica una rappresentazione corporea della Vergine, in genere creata da un artista basandosi sul racconto di chi ha fatto da veggente o da messaggero. Il caso della Madonna di Guadalupe è diverso. L’immagine sulla tela è di origine divina, non proviene da mani umane, ed è stata dipinta da Colui che ha dipinto l’alba. San Juan Diego, a cui è apparsa la Vergine, voleva dare un messaggio al vescovo, ma questi gli chiese una prova del fatto che il suo messaggio era reale. La Madonna disse a San Juan Diego di salire sulla collina, cogliere alcune rose e portarle al vescovo. Era dicembre. Juan Diego non ebbe esitazioni. Le rose erano lì, anche se non era stagione. Le raccolse nella sua tilma e le portò al vescovo come segno del fatto che la Vergine voleva che lì venisse costruito un tempio. La tilma era il nome in lingua náhuatl, quella parlata da Juan Diego, del poncho o mantello che usavano gli indios poveri messicani, annodato sulla spalla. Quando Juan Diego fu davanti al vescovo e aprì la tilma in cui portava le rose, queste caddero a terra. Visto che non era il periodo della fioritura, il presule comprese che il segno era vero, ma con suo stupore sulla tilma apparve impressa l’immagine della Vergine.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni