Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Spiritualità

Dobbiamo amare, non idolatrare! L'amore sano c'è solo con Dio al primo posto

Shutterstock

don Luigi Maria Epicoco - pubblicato il 08/11/17

Il commento al Vangelo di oggi di don Luigi Maria Epicoco

In quel tempo, una folla numerosa andava con Gesù. Egli si voltò e disse loro:
«Se uno viene a me e non mi ama più di quanto ami suo padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo. Colui che non porta la propria croce e non viene dietro a me, non può essere mio discepolo.
Chi di voi, volendo costruire una torre, non siede prima a calcolare la spesa e a vedere se ha i mezzi per portarla a termine? Per evitare che, se getta le fondamenta e non è in grado di finire il lavoro, tutti coloro che vedono comincino a deriderlo, dicendo: “Costui ha iniziato a costruire, ma non è stato capace di finire il lavoro”.
Oppure quale re, partendo in guerra contro un altro re, non siede prima a esaminare se può affrontare con diecimila uomini chi gli viene incontro con ventimila? Se no, mentre l’altro è ancora lontano, gli manda dei messaggeri per chiedere pace.
Così chiunque di voi non rinuncia a tutti i suoi averi, non può essere mio discepolo». (Luca 14, 25-33)

Amare il proprio padre o la propria madre è una cosa buona. Amare il proprio marito, la propria moglie o i propri figli è una cosa buona. Amare il proprio lavoro, la propria terra o le proprie passioni è una cosa buona. Allora che cosa vorrà dire Gesù con il Vangelo di oggi? Il nostro problema è che invece di amare idolatriamo certe persone o certe situazioni, cioè le facciamo diventare il nostro Dio. Ed è molto pericoloso quando fai diventare tua madre o tuo padre il tuo dio, o quando fai diventare tuo figlio o tuo marito il tuo dio, o quando trasformi il tuo lavoro o le tue passioni in tuo dio. Solo se Dio è al primo posto allora si è capaci di un amore sano al proprio padre, alla propria madre, alla propria moglie, al proprio marito, ai propri figli, al proprio lavoro e così via. Il cristiano è uno che lotta ogni giorno con l’idolatria perchè sa bene che quando Dio non ha il primo posto c’è qualche trappola che ci attende e che prima o poi ci farà male. E come è brutto quando questo “male” ci viene da chi o da ciò che abbiamo amato come “un dio”.

#dalvangelodioggi

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
vangelo
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni