Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 22 Maggio |
San Cristoforo Magallanes e compagni
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

L’“emisessualità” è un orientamento anomalo… o normale?

web couple bed love mug wavebreak media shutterstock

© Wavebreakmedia / Shutterstock

Bénédicte de Dinechin - pubblicato il 13/10/17

Dove trovare questa felicità? Nel dono di sé, perché l’uomo è fatto per il dono, e in questo è immagine di Dio. «Amare è dare tutto, è dare sé stessi», aveva compreso santa Teresa di Gesù Bambino. E il luogo del dono di sé più radicale è il dono di tutto il nostro essere a un altro, nel nostro corpo. Questo dono può realizzarsi secondo due vie. Nel matrimonio, dove lo sposo e la sposa si donano mutuamente senza riserve e per sempre. Sono chiamati a vivere questo dono totale in maniera eminente nell’unione carnale, incarnazione del loro sì, in vista di una comunione fonte di gioia che li renda partecipi della vita trinitaria, comunione di Persone fonte di vita. Ecco il vero senso della sessualità umana. Se vogliamo comprendere la sessualità, bisogna quindi guardare dal lato di Dio, non dal lato della partita di tennis. Altra via del dono totale, la vita consacrata: dono totale a Dio fin da questo mondo.

E così conclude Esther:

Insomma, non disperiamo troppo di questa denominazione, totalmente idiota, di “emisessualità”. È stata inventata per rassicurare delle persone che in realtà ritrovano poco a poco la loro dignità di esseri umani, fatti per l’amore.

Corpo, cuore e ragione unificati in un amore vero

Anche lei consulente in materia di affettività, Christèle resta stupefatta:

Questo articolo [parla di Biba, N.d.R.] è molto abile nel presentare un comportamento normale come una rarità, diciamo pure un’anomalia. Fuori dai denti, vorrebbe dimostrare che avere bisogno di conoscersi ed essere attenti alle proprie emozioni sia cosa completamente atipica, in materia di relazioni sessuali. Ora, fino a oggi io avevo sempre inteso che la sessualità umana si distinguesse da quella degli animali per l’esercizio della ragione e per l’esistenza di un’affettività, che vanno oltre all’attrazione fisica… Con i giovani spiego come sia necessario che il cuore, il cervello e il corpo siano d’accordo, per costruire un amore durevole. Ma sia chiaro: una storia d’amore può cominciare dal corpo (un’attrazione fisica), così come può cominciare dal cuore o ancora dalla ragione. Dipende dalla sensibilità e dalla storia di ciascuno. Da questo a creare una sessualità a parte… si esagera un tantino…

Un discorso al quale fa eco Amoris lætitia, la lettera apostolica di Papa Francesco, che al numero 151 ricorda:

La sessualità non è una risorsa per gratificare o intrattenere, dal momento che è un linguaggio interpersonale dove l’altro è preso sul serio, con il suo sacro e inviolabile valore. 

“Emisessualità” o sessualità completa? Lungi dall’essere una menomazione, quanto a torto viene presentato come una mancanza è proprio ciò che fa la grandezza dell’umano e distingue una sessualità dominata, padrona delle pulsioni, dall’istinto sessuale comune a tutti gli animali. Gli adulti convinti della bellezza e della specificità dell’amore nel dialogo, nel rispetto e nel dono, hanno il loro daffare per valorizzare tutto ciò e non far sì che venga presentato come un’anomalia. I cattolici 3.0, liberi dai complessi e fortificati dalla teologia del corpo, sapranno agitare anche loro un dibattito effervescente?

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

  • 1
  • 2
Tags:
coppiaeducazione sessualefamigliagiovanisessualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni