Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 07 Marzo |
Sante Perpetua e Felicita
home iconSpiritualità
line break icon

Accumulo un fallimento dopo l’altro, come mantenere vive la passione e la voglia di lottare?

© Ivan David Gomez Arce / Flickr / CC

padre Carlos Padilla - pubblicato il 21/06/17

Non sono Dio, ma la mia debolezza può essere anziché una barriera un trampolino per arrivare a Lui

Commenta padre Josef Kentenich: “Guardate, l’uomo di oggi non può sopportare, non può tollerare di essere semplicemente una creatura, di non essere Dio. L’uomo non può sopportare di essere un essere sessuato che ha bisogno dell’altro sesso, che gli è complementare. Non può riconoscere i propri limiti. L’uomo non può sopportare di non valere di per sé, di dover dipendere da altri”.

Sono fragile. Mi costa non essere Dio. Sperimento ogni giorno la fragilità. Mi costa tanto toccare i miei limiti… Alzarmi e ricadere. Vorrei essere Dio per non essere mai spezzato. Desidero essere ovunque per arrivare a tutti. Essere onnipotente per risolvere tutto. Vincere sempre in quello che mi propongo.

Per questo mi ribello contro quella fragilità che accarezzo fin dalla nascita. Voglio essere Dio.

Quando mi comunico non divento Dio. Divento più figlio, più fragile, più docile. E allora la mia debolezza non si trasforma in una barriera, ma in un trampolino verso Dio. La mia debolezza mi guarisce, non mi condanna. La mia fragilità mi eleva a Dio, non mi affonda. Che paradosso! Imparo a sentirmi bisognoso del suo potere e del suo amore.

Mi comunico per ricevere nuovamente il suo abbraccio e per poter continuare a camminare.




Leggi anche:
Alcune persone sono predestinate al successo e altre al fallimento?

Sperimento il suo amore e mi rialzo. Mi dà la forza per rendere realtà quello che diceva Winston Churchill: “Il successo è la capacità di andare di fallimento in fallimento senza perdere l’entusiasmo”. La mia vita, un fallimento dopo l’altro, ma senza mai perdere la passione per la vita. Senza smettere di lottare.

Diceva Samuel Beckett: “Hai sempre provato. Hai sempre fallito. Non importa. Riprova. Fallisci di nuovo. Fallisci meglio”. Non importa fallire. Non importa spezzarmi. Ciò che conta è rialzarmi. Spezzarmi nuovamente. Ripartire.

Spesso credo che il successo nella vita consista nel non soffrire. Nel non avere ferite. Nel non avere crisi. Come se vivere così mi rendesse più felice. Come se questa fosse la meta del mio cammino. E mi turbano la sofferenza, il fallimento e la perdita. Non mi arrendo. Non voglio smettere di lottare, di spezzarmi. Riprovo. Fallisco di nuovo. Fallisco meglio.

  • 1
  • 2
Tags:
lotta
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
3
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
6
MADONNA
Maria Paola Daud
La curiosa immagine della Vergine Maria protettrice dal Coronavir...
7
Paola Belletti
Laura Magli, giornalista Mediaset: “Mi sento così amata dal...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni