Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 12 Maggio |
home iconStile di vita
line break icon

Il collasso dell’autorità

Shutterstock / speedkingz

Ediciones Palabra - pubblicato il 07/04/17

Come non abdicare di fronte alla dittatura delle reti e alla pressione sociale

Ediciones Palabra

“Assolta da maltrattamenti dopo aver tolto il cellulare al figlio per farlo studiare” è il titolo scioccante che ha sorpreso molti a fine febbraio. Un “Metti via il cellulare”, un “Mettiti a studiare”, una piccola discussione e all’improvviso ti ritrovi accusata di maltrattamenti da tuo figlio adolescente.

Giunti a questo punto, vale la pena di chiedersi cosa ci colpisca di più, se la notizia o la normalità con cui iniziamo ad accettare la diffusione di condotte di questo tipo. Com’è possibile che si stia arrivando al punto che esistono telefoni di assistenza per genitori e professori? Da che dipendono queste situazioni mai sentite prima?

Negli ultimi trent’anni c’è stato un enorme trasferimento di autorità dai genitori nei confronti dei figli”, afferma Leonard Sax in The Collapse of Parenting, in cui afferma che nel nucleo familiare moderno sono i figli ad esercitare il potere sui genitori.

La figura classica di autorità e rispetto che infondevano i genitori del passato, a cui difficilmente si disobbediva, è svanita col passare del tempo, ma sono i genitori ad essere cambiati o i bambini del XXI secolo? Sarebbe interessante analizzare cosa avrebbe ottenuto un genitore degli anni Sessanta che avesse chiesto oggi al figlio di smettere di giocare al computer o di chattare con il cellulare.

Al giorno d’oggi la paternità affronta nuove sfide con meno strumenti rispetto alle generazioni precedenti, ma il declino di questo tipo di educazione non può essere collegato solo all’ambito familiare di bambini e adolescenti. La comunità che accompagna i genitori in questo processo è un fattore influenzabile, come lo è la scuola. L’aula è diventata un altro elemento che partecipa alla costruzione personale dei bambini e dei giovani in un ruolo che è stato gradualmente abbandonato.

Apparentemente, può diventare meno problematico concentrarsi sull’aspetto meramente accademico senza provare a dare lezioni di vita agli alunni – atteggiamento che è stato assunto, ad esempio, per via delle proteste dei genitori di fronte a punizioni o richiami di attenzione nei confronti dei loro figli. Con questo, ciò che si ottiene è sminuire l’autorità del professore, rassicurando al contempo il bambino sul fatto che non ha commesso alcun errore.

In contrapposizione, troviamo anche la figura del professore che non si scomoda a costruire alcun tipo di rapporto con gli alunni, per cui qualsiasi bambino difficile può ricevere una diagnosi di scarsa attenzione o iperattività da parte di questi sconosciuti.

L’ossessione per i videogiochi, la necessità di imitare gli amici e la dipendenza dal telefono cellulare sono solo alcuni dei fattori scatenanti del conflitto tra padri e figli. I divieti potrebbero sembrare le frasi più ricorrenti dei genitori contemporanei, ma sono restrizioni che non si impongono con la convinzione sufficiente se in fondo si teme di essere troppo duri o troppo blandi.

La paternità attuale affronta una lotta interna in cui sente di dover scegliere tra il dover essere severi o affettuosi, anche se le due cose non dovrebbero essere incompatibili tra loro.

Esercitando la funzione genitoriale, bisogna accettare che in qualche momento i figli si arrabbino con noi gridando che ci odiano e che stiamo rovinando loro la vita. Può sembrare angoscioso, ma non tanto se teniamo conto del fatto che potrebbero denunciarci solo perché cerchiamo di allevarli nel miglior modo possibile.




Leggi anche:
6 aspetti che i genitori di figli di successo hanno in comune

Il tuo lavoro come padre o madre è educare tuo figlio perché diventi la persona migliore che può diventare, e la ricompensa è sapere che ci sei riuscito”, ha affermato Leonard Sax, il cui libro affronta problemi e soluzioni in una guida di grande utilità di fronte alle nuove sfide della genitorialità moderna.

“Leonard Sax fa suonare l’allarme, e dovremmo fare attenzione per il bene dei nostri figli. Meglio prima che tardi” – Chicago Tribune

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
educazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
Mar Dorrio
Come trarre profitto spirituale dai momenti negativi?
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
ROSES, TERESA LISIEUX
Annalisa Teggi
Novena delle rose, 5 storie di chi ha ricevuto una carezza da San...
7
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni