Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Ti lasci dominare dai tuo stati d’animo?

lauren-rushing-cc
Condividi

L'autocontrollo è una delle caratteristiche di una personalità forte

È importante formare il proprio carattere attraverso la volontà, dominare le comodità e gli stimoli del proprio modo di essere, per rendere agli altri la vita più piacevole. Questo approccio ci incoraggia ad affrontare con serenità gli imprevisti, e ad avere pazienza e comprensione nei rapporti personali.

L’autocontrollo deve essere inteso come un atteggiamento che ci spinge a cambiare in meglio la nostra personalità. Quando non c’è questa forza interiore, vengono messe in essere azioni poco appropriate, di solito come conseguenza di uno stato d’animo; si rompe l’armonia, che deve esistere in ogni convivenza; rischiamo di cadere in eccessi di ogni tipo, ed entriamo in uno stato di comodità che ci impedisce di realizzare i nostri obiettivi.

Ogni volta che cerchiamo di controllare noi stessi, il nostro carattere diventa automaticamente più maturo, perché questo valore produce serenità e pazienza. La volontà ci libera dallo scoraggiamento, se controlliamo i nostri desideri viviamo meglio. In poche parole, entriamo in un processo di miglioramento continuo.

Alcuni ritengono che per raggiungere la padronanza di sé bisogni applicare delle tecniche di rilassamento. Sebbene questo possa in effetti aiutare, non dobbiamo dimenticare che i valori si formano attraverso un quotidiano esercizio, sforzandoci di scoprire quali tratti della nostra personalità siano inadeguati.

Le abitudini sono una ragione fondamentale della mancanza di autocontrollo. Dobbiamo iniziare ad analizzare quali siano le abitudini che ci condizionano e ci impediscono di vivere il grande valore che è l’autocontrollo.

L’autocontrollo ci aiuta a riconoscere i diversi aspetti della nostra personalità e il modo in cui reagiamo davanti a determinate circostanze. Dobbiamo cambiare in meglio: “Invece di innervosirmi per la lentezza del dipendente Tal de’ Tali, il cui ritmo di lavoro è quello, cercherò di dargli dei buoni consigli per aiutarlo a migliorare”. Lo stesso vale per i bambini, per il proprio coniuge e anche per alcuni amici.

Questo cambiamento non è facile. Prevedere le nostre reazioni e cambiarle richiede attenzione e fatica. Significa remare controcorrente, per correggere questa cattiva abitudine.


LEGGI ANCHE: Ecco cosa mi ha insegnato Dio su ansia e autocontrollo


Ad esempio, mangiare merendine a metà mattina, stare a letto più a lungo di quanto si dovrebbe, finire di lavorare prima dell’orario di chiusura o arrivare tardi a casa di proposito per evitare di fare alcune mansioni, potrebbero sembrare tutte cose di poco conto, ma ognuna di queste piccole abitudini è un’ottima occasione per praticare l’autocontrollo. Chi riesce a rinunciare a uno sfizio, avrà anche la forza di sopportare situazioni spiacevoli.

Alcune persone manifestano la mancanza dell’autocontrollo con il desiderio di stare sempre al centro di attenzione, monopolizzando le conversazioni, vantandosi dei propri successi, paragonandosi continuamente agli altri… L’autocontrollo aiuta anche a essere più semplici, ad essere uomini e donne di azione, e non di parole inutili.

In famiglia questo valore è fondamentale per una sana convivenza. Bisogna imparare a tollerare e passare sopra i piccoli attriti quotidiani. Il punto non è cercare di ignorare gli altri, ma dare esempio di serenità, di comprensione e di affetto. Soprattutto quando si ha la responsabilità di educare i bambini. Ci aiuta anche ad essere consapevoli dei bisogni degli altri e a servirli, perché le comodità ci fanno aspettare che qualcuno si prenda cura di noi, mentre autocontrollo ci spinge ad essere più partecipi nella vita quotidiana.

Nel contesto delle relazioni personali, l’autocontrollo ci spinge ad essere discreti e maturi per evitare la maldicenza, la critica e la diffamazione degli altri, nonostante alcune situazioni non siano compatibili con il nostro modo di pensare.

La pratica dell’autocontrollo ci porta anche a migliorare le nostre abitudini di lavoro, a gestire meglio il tempo, ad essere più attenti a quello che facciamo, a fare un extra quando necessario. Sia nel campo scolastico che in quello professionale, è necessario cercare di migliorarsi continuamente. E questo si può fare soltanto dandosi da fare, smettendola di essere pigri e abbandonando la mentalità conformista.

Per sviluppare l’autocontrollo, è importante:

Imparate ad ascoltare. Altrimenti diventa la dimostrazione più chiara della mancanza di autocontrollo.

Cercate di non farvi riconoscere perché mangiate abbondantemente, dite sciocchezze, vestite in modo stravagante, sfoggiate scarsa istruzione o cattive maniere.

Evitate il desiderio di scoprire cose che non vi riguardano, fare commenti evitabili e dare consigli non richiesti. Cioè, evitate di essere invadenti.

Prestate particolare attenzione ai vostri rapporti personali. Evitate di dare per scontate le parole e gli atteggiamenti degli altri.

Spendete qualche minuto, ogni giorno, per riflettere e fare un breve elenco di quelle situazioni quotidiane che normalmente vi danno fastidio, vi rendono pigri, vi portano a cadere negli eccessi e che vi fanno scappare dalle vostre responsabilità. Non preoccupatevi se in un primo momento sono poche, più avanti ne scoprirete altre, non meno importanti.

Da questa lista scegliete due voci (potete ad esempio scegliere tra il distrarvi sul lavoro, il non fare la spesa, il rimanere svegli spesso, il non dedicare allo studio il tempo necessario, etc), riflettete sull’atteggiamento giusto da adottare e mettetelo in pratica per una o due settimane. Dopo questo periodo sceglietene altre due e così via.


LEGGI ANCHE: 5 semplici preghiere per i momenti di stress


La persona che impara a controllare se stessa ha il privilegio di vivere una gioia autentica, perché non è in balia delle delusioni e degli imprevisti; il controllo che esercita sulla comodità la rende inoltre in grado di adempiere prontamente ai suoi doveri. Di conseguenza, questo aiuta ad avere ottimi rapporti personali, perché in questo modo la propria identità trasmette calore umano e delicatezza.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.