Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 24 Luglio |
Santa Brigida di Svezia
home iconStile di vita
line break icon

È sbagliato avere una relazione con una persona sposata civilmente e non in Chiesa?

Shutterstock / Voyagerix

Aleteia Spagnolo - pubblicato il 31/01/17

Rispondiamo alla domanda di una lettrice

Non è facile rispondere a questioni morali senza conoscere i dettagli di ogni singolo caso. Ad ogni modo, alcuni principi generali potrebbero aiutare ad orientare la riflessione necessaria per risolvere il proprio dubbio.

Il matrimonio civile è un contratto. E sebbene non abbia il valore di  sacramento, è un forte impegno tra due persone, che è degno di essere rispettato. E ancora di più se la coppia dovesse avere dei figli.

In linea di principio, l’amore per una persona sposata civilmente dovrebbe esprimersi aiutandola ad essere fedele alla sua parola data, ad approfondire tale impegno e a renderlo migliore. Cercare di ostacolare o addirittura di far naufragare quel matrimonio civile – per avere quindi un rapporto con quella persona – risponde piuttosto ad un desiderio personale.

Se ti sei posta questa domanda, chiediti se ciò che provi sia vero amore o se non sia piuttosto mero interesse egoistico. Hai più elementi di chiunque per rispondere.


LEGGI ANCHE: 3 miti sul matrimonio smontati uno ad uno


Altro caso è quello in cui la persona sposata civilmente non stia più mantenendo i rapporti con il suo coniuge. E sia quindi, per così dire, “libero” di iniziare una relazione.

Nel caso in cui questo matrimonio civile stia vacillando, se pensi che il tuo rapporto con la persona sposata civilmente possa avere futuro, forse sarebbe prudente aspettare. Per evitare, con le misure necessarie, di favorire la fine di quel matrimonio civile.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Tags:
matrimoniorelazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
3
MEDJUGORJE
Gelsomino Del Guercio
L’inviato del Papa: l’applauso dopo l’Adorazion...
4
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
7
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni