Aleteia

Mark Zuckerberg non è più ateo?

Condividi
Commenta

Il creatore di Facebook ha annunciato che ora considera la religione qualcosa di “molto importante”

Il creatore di Facebook, Mark Zuckerberg, ha annunciato di non essere più ateo, ma di considerare la religione qualcosa di “molto importante”.

Il 25 dicembre 2016, Zuckerberg ha postato un messaggio di “Buon Natale e Felice Chanukkah” della sua famiglia ai suoi followers su Facebook, e nei commenti ha risposto a una domanda sulle sue convinzioni personali.

Dopo che aveva inserito il messaggio, un utente ha chiesto: “Ma non eri ateo?” In risposta, il miliardario 32enne ha risposto: “No. Sono stato allevato nell’ebraismo e poi ho trascorso un periodo in cui mi sono posto molte domande, ma ora credo che la religione sia molto importante”.

Quando un altro utente gli ha chiesto: “Ma perché Facebook non notifica che oggi è il compleanno di Gesù???”, Zuckerberg ha risposto: “Tu non sei amico di Gesù su Facebook?”, aggiungendo un emoticon che sorride con un’aureola.

Da quel giorno, la risposta di Zuckerberg al commento si è guadagnata migliaia di “Mi piace”.

Secondo The Atlantic, Zuckerberg è cresciuto in una famiglia ebraica ma sulla sua pagina Facebook si è detto ateo. In passato ha manifestato anche interesse per il buddismo.

Alla fine dell’agosto dello scorso anno, Zuckerberg e la moglie, Priscilla Chan, hanno incontrato papa Francesco per discutere di come la tecnologia possa aiutare i poveri. Dopo la visita, Zuckerberg ha condiviso sulle reti sociali la sua ammirazione per la capacità del pontefice di collegare persone di credo diversi rimanendo fedele al proprio.

“Priscilla ed io abbiamo avuto l’onore di far visita a papa Francesco in Vaticano. Gli abbiamo detto quanto ammiriamo il suo messaggio di misericordia e tenerezza e il modo in cui ha trovato nuovi modi di comunicare con persone di ogni fede in tutto il mondo”, ha postato Zuckerberg su Facebook.

“Abbiamo anche parlato dell’importanza di collegare le persone, soprattutto nelle parti del mondo senza accesso a Internet. Gli abbiamo mostrato un modello di Aquila, il nostro aereo a energia solare che trasmette connessione a Internet in luoghi in cui manca, e abbiamo condiviso con lui il nostro lavoro con l’iniziativa Chan Zuckerberg per aiutare persone di tutto il mondo”, ha aggiunto.

“È stato un incontro che non dimenticheremo mai. Si possono sentire chiaramente il suo calore e la sua bontà, e il suo grande interesse ad aiutare le persone”.

Nonostante le opinioni religiose diverse, Zuckerberg ha lodato Francesco anche in altre occasioni.


LEGGI ANCHE: Zuckerberg: “Papa Francesco? Il suo è un messaggio di misericordia, uguaglianza e giustizia con il mondo”


“Indipendentemente dalla fede che si professa, tutti noi possiamo essere ispirati dall’umiltà e dalla compassione di papa Francesco. Sono ansioso di seguire il papa e di vederlo continuare a condividere il suo messaggio di misericordia, uguaglianza e giustizia nel mondo”, ha scritto Zuckerberg nel marzo scorso.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni