Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 29 Settembre |
San Venceslao
home iconStile di vita
line break icon

6 cose che ho imparato da quando ho abbandonato l’alcool

Ainis Jankauskas

Catholic Link - pubblicato il 05/01/17

2. La gente avrà sempre un’opinione

web-young-woman-drinking-coffee-wavebreakmedia-shutterstock_159788753
Wavebreakmedia/Shuttterstock

Quando ho smesso di bere, l’opinione degli altri contava molto per me. Ci sono persone che pensano che devo avere solo più autocontrollo per bere con moderazione. Ci sono persone che pensano che stia reagendo in modo esagerato o stia creando una grossa questione dal nulla. Ho imparato che le mie abitudini riguardo al bere in realtà non sono affare di nessun altro se non mio. È stata una grande liberazione capire che non posso cambiare l’opinione della gente e che non ho nemmeno bisogno di farlo. La gente non sarà mai d’accordo con tutto ciò che dico o che faccio. Era uno dei motivi per cui bevevo – sperando di potermi trasformare nella persona preferita di ciascuno. Ora sto imparando che chiunque avrà un’opinione sul mio modo di bere. Può essere diversa dalla mia oppure no. Probabilmente dice molto sulle abitudini riguardo al bere di queste persone, e comunque non ha importanza. Io vado avanti con la mia sobrietà.

3. Ho imparato ad accettare l’aiuto

WEB-Drinking-Beer-Sergeant-Ian-Forsyth-RLC-CC - it
Sergeant-Ian-Forsyth-RLC-CC

Quando sei una persona che beve parecchio e poi smetti, la sobrietà sembra una terra estranea e insolita. Non si può sottovalutare quanto possa spaventare. C’è un mondo nuovo da affrontare. La vita continua come prima, ma ci si sente come in terra straniera. Come portare avanti una vita sociale? Come reimparare a divertirsi? Come incontrare persone senza il conforto e il sostegno di un drink? Ci si sentirà ancora felici? Tutte queste domande avranno senz’altro risposte positive, ma non è possibile raggiungere tutti i risultati da soli. È una questione di grazia, non di forza di volontà. Fare affidamento solo sulla propria forza di volontà è semplicemente estenuante e porta inevitabilmente al fallimento. Ho dovuto chiedere aiuto ad altri, dire ad alcune persone fidate e comprensive che volevo smettere e chiedere il loro sostegno. Non sarebbe stato giusto scrivere questo articolo senza menzionare l’enorme aiuto che ho ricevuto dalla Sober School, che raccomando caldamente a qualsiasi donna cerchi aiuto per abbandonare l’alcool. Ho poi dovuto riconoscere che è stato un dono di Dio toccare il fondo, perché mi ha permesso di trasformare il mio amore per l’alcool in ripugnanza.


LEGGI ANCHE: Un sacerdote ex alcolista può bere il vino durante la liturgia eucaristica?


4. Non è una punizione, ma un privilegio!

web-man-smile-pray-heaven-happyness-shutterstock_339055406-asier-romero-ai
Shutterstock / Asier Romero

Ho deciso che dovevo affrontare ciascuno dei problemi che mi provocava il bere con soluzioni sane anziché negative. Eliminare l’alcool dalla mia vita non era sufficiente. Non annullava tutti i problemi, anche se la depressione e l’apatia si sono ridotte notevolmente. Ha lasciato irrisolte le cause di dolore. Sono andata in terapia. Ho scelto nuovi sport come modo per scaricare in modo sano la mia energia. Mi sono rivolta a Dio presentandogli le cose che mi facevano soffrire. Ho affrontato questioni che non avevo mai voluto affrontare prima. Ho dormito di più anziché cadere nell’autocommiserazione. Ho scoperto nuovi hobby che mi hanno fatto scoprire una creatività che ha arricchito la mia vita molto più di quanto facevano le nottate di baldoria e le mattinate post-sbornia. Non è stato sempre facile, ma ho guardato la mia vita come farebbe un neonato: con i sensi potenziati, sentendo più freddo e vedendomi un po’ più nuda, ma la vita era più netta, più chiara, più pulita. E ho capito che poter vedere tutto questo era un dono, un privilegio. Era un privilegio vedere cosa mancava nella mia vita per far fronte alla questione in modo sano. Ma questo non mi rende affatto migliore di chiunque altro. Penso che ciascuno abbia opportunità del genere in un certo momento della sua vita.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
alcolismodipendenze
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE FRANCIS
Gelsomino Del Guercio
10 tra le frasi e i gesti più discussi di Papa Francesco
2
PRAYING
Gelsomino Del Guercio
3 preghiere di guarigione per spezzare malefici e malattie
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco su Tv2000: parliamo con i nostri defunti, loro son...
5
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni