Aleteia
mercoledì 30 Settembre |
Santi Arcangeli
Stile di vita

I 5 “Sì” e i 5 “No” per aiutare un bambino a superare un capriccio

ciadefoto-cc

El cerebro del niño | Wed Nov 16 2016

SÌ, potete riflettere la sua frustrazione e la sua rabbia utilizzando l’empatia.
Frasi come “Ti piaceva molto quel dolce” o “Ti sei arrabbiato molto, vero?” funzionano, perché lo aiutano a sentirsi compreso e a comprendere se stesso. Potete proporre due o tre commenti empatici; non conviene insistere o ripetere queste frasi costantemente, perché il bambino potrebbe sentirsi manipolato, ma se le utilizzate con cautela sono uno degli strumenti migliori per aiutare il bambino a “salire i gradini” che vanno dalla frustrazione alla tranquillità. Io le uso sempre, e i risultati sono da buoni a eccellenti. SÌ, potete aiutare il bambino a porsi delle alternative.
Al cervello del bambino costa essere flessibile e uscire dal proprio “centro”, e questo fa sì che veda tutto più nero di quello che è realmente. Per questo, ascoltare frasi come “Possiamo comprare il dolce questo fine settimana” o “Ti va che ti porti a cavalluccio?” possono aiutare il bambino a vedere la luce alla fine del tunnel. SÌ, potete rimanere accanto a lui e permettere che vi si aggrappi alla gamba (se lo desidera), o anche prenderlo in braccio quando si è calmato un po’ e sempre che voglia o accetti che lo abbracciate. A volte i bambini più capricciosi chiedono che i genitori li prendano in braccio e i genitori negano l’abbraccio pensando che sia un altro capriccio o che non se lo meritano finché non stanno più calmi. L’abbraccio, però, è una richiesta di aiuto per cercare di ricollegare i fili che il capriccio ha fatto andare in corto circuito, e abbracciare il bambino, se questi lo chiede o lo permette, è estremamente utile (di fatto la maggior parte dei capricci dei miei figli finisce in genere con un abbraccio).
Spero che la prossima volta che i vostri figli si metteranno a fare i capricci anziché perdere la calma vi ricordiate di questi spunti e che questo vi aiuti a recuperare il controllo. Se vi risultano di aiuto (sicuramente sì), condividete questo post perché molti altri bambini si sentano compresi. [Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti] LEGGI ANCHE:Le 7 frasi che distruggono i figli
  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
bambinicapriccieducazione
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: "Ho visto i ...
Gelsomino Del Guercio
Parla il sacerdote che ha vinto 35mila euro a...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Oleada Joven
Lettera di Gesù a te: dalla mia croce alla tu...
LUXOR FILM FESTIVAL
Zoe Romanowsky
Un filmato potente di appena un minuto sul ma...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni