Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Cosa pensava san Giovanni Paolo II delle apparizioni di Medjugorje?

© Dennis Jarvis CC / Letting Go of Control CC
Condividi

Le testimonianze di quanti hanno potuto cogliere il pensiero personale del Santo Padre sulla Regina della Pace

Oggi ricorre la memoria liturgica di San Giovanni Paolo II, proclamato beato il 1 maggio del 2011 da Papa Benedetto XVI e innalzato all’onore degli altari soltanto tre anni dopo, il 27 aprile 2014 da Papa Francesco. Per festeggiare con voi lettori la festa del nostro amato santo abbiamo pensato di raccontare un aspetto più intimo e meno conosciuto della sua storia: il suo rapporto con Medjugorje, il suo esservi stato solo come “pellegrino del cuore”, non avendo mai potuto fisicamente visitare quel luogo per rispettare la lunga prassi della Chiesa chiamata ad esprimersi di fronte al manifestarsi di un evento prodigioso.

Il libro “San Giovanni Paolo II e Medjugorje” (Shalom editrice) di mons. Dott. Eduard Pericic raccoglie le lettere private di Papa Giovanni Paolo II e alcune sue dichiarazioni non ufficiali ai singoli, ai gruppi ecclesiali, ai laici sull’importanza di Medjugorje. Egli non ha mai dichiarato ufficialmente il suo parere, rispettando la consuetudine della Chiesa, ma si è espresso privatamente al riguardo in moltissime occasioni.

GIOVANNI PAOLO II: Totus Tuus

Il motto scelto per lo stemma episcopale e poi per quello pontificio, Totus Tuus, esprime il suo totale affidamento alla Vergine Maria. Per tutto il suo pontificato Giovanni Paolo II ha invocato la protezione della Madonna consegnando a Lei se stesso, la Chiesa e il mondo. Il 13 Maggio 1981, giorno dell’anniversario della prima apparizione di Fatima, papa Wojtyla è colpito a morte, ma la Madre di Dio devia il colpo del proiettile, e da quel giorno diviene ancor di più il Papa di Maria che lo ha custodito. L’anno successivo porta la pallottola che lo avrebbe dovuto uccidere alla Madonna di Fatima per incastonarla nella sua corona. «Di fatto con questo gesto Giovanni Paolo II si riconosce miracolato dalla Madonna, che proprio a Fatima aveva messo in guardia l’umanità e la Chiesa dalle trame del maligno».

La prima apparizione della Madonna a Medjugorje avviene il 24 giugno 1981, poco dopo l’attentato al Papa. Egli crede che Medjugorje sia la continuazione di Fatima e che la liberazione dell’Europa Orientale dal comunismo sia opera della Vergine apparsa in questi due luoghi.

LEGGI ANCHE: Il secondo attentato a Giovanni Paolo II che nessuno ricorda

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.