Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 15 Maggio |
San Mattia
home iconStile di vita
line break icon

Le forme sottili di manipolazione che possono portare all’abuso domestico

Kivilcim Pinar | Getty Images

For Her - pubblicato il 19/10/16

“No, mi dicevo. Quello che stavo sperimentando non era un abuso, ed era completamente colpa mia”

L’ultima volta in cui ho visto il mio abusatore, il mio corpo si è preparato a un attacco.

Eravamo stati separati per tre mesi, ma è stato solo quella settimana che l’ho lasciato davvero. Mi sono rifiutata di cedere alle sue richieste e di assumermi la responsabilità delle sue minacce di suicidio e autolesionismo. Ero calma, razionale e distaccata, nonostante i suoi tentativi di provocarmi. In un rapporto in cui ero stata costantemente fatta sentire pazza, sono rimasta sorpresa dalla mia posizione decisa. Avevo comunque paura di come avrebbe potuto reagire.

Nei giorni precedenti a quell’incontro faccia a faccia, avevo constatato in lui una nuova impudenza. Quando ho smesso di rispondere alle sue telefonate ha iniziato a chiamare ripetutamente mia madre a notte fonda, inventando una storia sul fatto che la Polizia sospettava che mi fossi introdotta in casa sua e mi aveva mosso delle accuse, che però lui poteva cancellare se fossi stata ragionevole e lo avessi incontrato. Quando questo non ha funzionato, ha minacciato di venire a casa mia e di darmi una lezione – dopo tutto, mi ha ricordato, era stata anche casa sua, e aveva la chiave.

Era sempre stato profondamente “privato” nel suo abuso, camuffandolo di modo che non me ne accorgessi neanche io. Ora che le sue tattiche abituali di coercizione stavano fallendo sembrava disperato. Cos’altro avrebbe fatto?

Quando l’ho visto nel vialetto di casa il pomeriggio successivo ho provato una scossa di paura, ma anche qualcos’altro: impudenza, rassegnazione, bisogno schiacciante di verifica e desiderio che l’abuso terminasse – a qualsiasi costo. Ho scelto di affrontarlo piuttosto che scappare via.

Ho pensato che se mi avesse fatto del male almeno la verità sarebbe venuta a galla. La gente sarebbe stata costretta a prenderne atto e a testimoniare.

Io stessa sarei stata costretta a prenderne atto e a testimoniare.

LEGGI ANCHE:Come posso salvare la mia famiglia dalla violenza domestica?

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
senso di colpaviolenza domestica
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni