Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Bambino-miracolo: dopo 14 coltellate ed essere stato sepolto vivo dalla madre è sopravvissuto!

Condividi

Un gesto di crudeltà che supera tutti i limiti del terrore viene vinto da un miracolo che supera tutti i limiti del credibile

È molto difficile capire come l’arrivo di un bambino possa non essere motivo di gioia ed emozione estreme per i suoi genitori. Il mistero del rifiuto di un figlio si ripete tuttavia ogni giorno nel mondo, spesso in modo terrificante.

È il caso del piccolo Aidin, che oggi ha 7 mesi e la cui storia straordinaria ha sconvolto di recente Internet.

Pochi giorni dopo la sua nascita, in Thailandia, è stato sepolto vivo dopo essere stato accoltellato ben 14 volte, in un gesto di crudeltà che supera tutti i limiti immaginabili del terrore.

Il piccolo è stato trovato vivo da Kachit Krongyut, un agricoltore che ha visto il suo piedino uscire da terra sotto un eucalipto. Kachit ha sentito il pianto del piccolo e ha capito l’assurdità a cui stava assistendo: aveva appena trovato un bambino sepolto vivo.

aidan-eucalipto

All’inizio ho pensato che qualcuno avesse seppellito un animale domestico ancora vivo, ma all’improvviso ho visto un piede. Ho cercato di controllarmi per chiedere aiuto, ma il bambino era stato sepolto con il visetto rivolto verso il basso. È stato tremendo”, ha riferito Kachit, che ha scavato con le mani per salvare l’improbabile sopravvissuto e lo ha portato all’ospedale locale.


LEGGI ANCHE: La mamma muore durante il parto… ma poi accade un miracolo sorprendente


aidan2

I medici hanno spiegato che la pressione del terreno contro il corpo fragile di Aidin ha impedito che morisse dissanguato.

Ancora qualche ora e non sarebbe sopravvissuto. Siamo molto felici che abbia trovato una famiglia amorevole. Farà del bene sulla terra, ne siamo certi”, ha commentato l’agricoltore.

aidan3

Ma chi ha commesso una barbarie così estrema?

Le tracce lasciate sul luogo del crimine hanno portato la Polizia a scoprire la criminale: la madre di Aidin.

Ha 42 anni, e in base alle valutazioni dei medici potrebbe aver abusato del bambino prima di provare a ucciderlo.

I difensori dell’aborto affermano che lo ha fatto perché in Thailandia l’aborto è illegale.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.