Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 03 Ottobre |
San Francesco Borgia
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Sono un “fallimento cattolico” perché continuo a confessare gli stessi peccati?

web-confessional-beauty-repetition-rostislav-glinsky-shutterstock

Rostislav Glinsky - Shutterstock

Katrina Fernandez - pubblicato il 27/09/16

“Rieccomi qui” non dev'essere un'ammissione di sconfitta. Potrebbe essere anche una preghiera

Cara Katrina,

odio confessare ogni mese gli stessi peccati. Sta diventando stancante e temo che il sacerdote non pensi che sia davvero pentita se poi continuo a comportarmi allo stesso modo. Se fossi veramente pentita smetterei, no? Credo che possa pensare questo. Sono stanca di sentirmi un fallimento cattolico ogni volta che devo andare a confessarmi. So che non è l’atteggiamento giusto con cui accostarsi alla confessione, ma mi risulta difficile pensarla in un altro modo. Si può imparare ad amare la confessione?

C.

Cara C.,

impareremo mai ad amare la confessione? Non dev’essere un divertimento. Dev’essere quell’occasione scomoda in cui mettiamo a nudo i nostri peccati e chiediamo il perdono di Dio. Nel farlo riconosciamo la nostra debolezza umana e la nostra totale dipendenza da Dio. È questo che rende la confessione un’esperienza così sorprendente. La forza e l’indipendenza sono caratteristiche preziose, e l’atto di confessarsi è un’ammissione del fatto che manchiamo di entrambe.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
confessionepeccatiperdonoriconciliazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni