Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

13enne scrive una lettera scioccante alla famiglia e poi si impicca

Daniel Fitzpatrick
Condividi

La nostra attenzione può fare la differenza tra la vita e la morte della prossima vittima

Daniel Fitzpatrick, un adolescente statunitense di 13 anni, ha subito un bullismo quotidiano a scuola e ha riferito alla direzione dell’istituto le aggressioni fisiche e psichiche di cui era il bersaglio. La scuola si è tuttavia rifiutata di intervenire, nonostante il sostegno di una professoressa all’appello del ragazzo.

Di fronte a questa situazione, Daniel si è impiccato con una cinta nella soffitta di casa sua.

Poco tempo prima di questa tragedia, il giovane studente aveva scritto una lettera per raccontare come si sentiva, e soprattutto per spiegare quanto lo facesse soffrire la mancanza di aiuto.

È stato il padre di Daniel a rivelare questo caso scioccante, diffondendo la lettera e la foto del figlio per evitare che si verifichino altre tragedie come questa.

“Nessun genitore dovrebbe seppellire il proprio figlio”, ha affermato. “Nessun bambino dovrebbe passare quello che ha passato mio figlio”.

LEGGI ANCHE: Come non crescere dei figli bulli? Ecco i 12 errori più comuni dei genitori

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni