Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore

Hernán Piñera CC
Condividi

Sei mai uscito dal confessionale chiedendoti se hai fatto tutto correttamente?

Vorrei poter ascoltare le confessioni degli altri.

Non preoccuparti, non ho intenzione di origliare nel confessionale del convento. Credo soltanto che potrei imparare qualcosa ascoltando il modo in cui gli altri affrontano la confessione.

Sono già diversi anni che prendo parte al sacramento della Penitenza, ma ho ancora l’impressione di non sapere esattamente cosa stia facendo. A volte esco dal confessionale con dei dubbi: “Mi sono confessata correttamente? Avrei dovuto essere più specifica? Sono stata abbastanza sincera?”

L’altro giorno, uscendo dal confessionale, ho pensato: “Va bene, chiederò consiglio agli uomini che si dedicano ad ascoltare le confessioni della gente”.

Ed ecco cosa mi hanno detto:

  1. Padre Bryan Brooks, Tulsa, Oklahoma:

Quando facciamo un esame di coscienza affrontiamo i nostri peccati; ma quando andiamo a confessarci abbiamo a che fare con l’amore, la misericordia e il perdono di Dio.

  1. Padre Sean Donovan, Pawhuska, Oklahoma:

Dopo aver detto quanto tempo sia orientativamente passato dall’ultima confessione, parla brevemente di te stessa (sei single, fidanzata, risposato civilmente dopo il divorzio, sei una suora…?). Conoscere la situazione della persona che si confessa ci aiuta a dare consigli appropriati. 


LEGGI ANCHE: Non vedo i miei peccati, non so cosa dire in confessione…


  1. Padre Gabriel Mosher, OP, Portland, Oregon:

I peccati sono delle scelte sbagliate, non delle emozioni spiacevoli; confessa dunque i tuoi peccati, non il tuo stato emotivo.

  1. Padre Damian Ference, Wickliffe, Ohio:

I peccati commessi sono un’offesa a Dio, ma i peccati confessati sono un canto a Dio. Quindi, quando confessi i tuoi peccati a un sacerdote durante il sacramento della Riconciliazione, sii consapevole che stai anche cantando una lode a Dio per la sua grande misericordia.

  1. Padre Matthew Gossett, Steubenville, Ohio:

Una confessione frequente è edificante per il tuo sacerdote e fa bene alla tua anima! I peccati, soprattutto quelli ricorrenti o radicati in noi, richiedono pazienza e perseveranza. Non arrenderti mai, non importa quante volte tu abbia commesso lo stesso peccato (…) La confessione è un sacramento di guarigione e, come avviene per le ferite fisiche, anche le ferite spirituali potrebbero avere bisogno di un po’ di tempo per rimarginarsi completamente.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni