Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 12 Giugno |
Cuore Immacolato
home iconSpiritualità
line break icon

Apologeti, catechisti, teologi: svegliatevi!

James Steidl - Shutterstock

Aleteia - pubblicato il 01/09/16

Uno dei giovani ha risposto al sondaggio usando la formula resa famosa da Karl Marx: “La religione sembra essere l’oppio dei popoli”. La formulazione di Marx, ovviamente, è un adattamento dell’osservazione di Ludwig Feuerbach per cui la religione è una proiezione dell’immagine di noi stessi idealizzata. All’inizio del XX secolo, Sigmund Freud ha adattato ulteriormente l’idea di Feuerbach sostenendo che la religione era come un sogno ad occhi aperti, una fantasia che realizza i desideri. Questa linea di pensiero è stata adottata in modo massiccio dai cosiddetti “nuovi atei” del nostro tempo, e lo verifico regolarmente nei forum.

Tutto quello a cui porta un approccio di questo tipo, alla fin fine, è una psicologizzazione paternalistica della credenza religiosa, ma è del tutto vulnerabile a un contrattacco tu quoque (fai la stessa cosa). Penso che si possa benissimo dire che l’ateismo è una fantasia che realizza i desideri, proprio nella misura in cui permette libertà e autodeterminazione totale: se non c’è un Dio, se non c’è un criterio morale ultimo, posso fare ed essere tutto ciò che voglio. In poche parole, l’aspetto psicologizzante funziona altrettanto efficacemente nel senso opposto, e allora le due accuse più o meno si cancellano a vicenda – e questo dovrebbe costringerci a tornare alle argomentazioni reali a livello obiettivo.

Una terza ragione citata comunemente per l’abbandono delle Chiese cristiane è il fatto che, come ha affermato una persona, “i cristiani sembrano comportarsi piuttosto male”. Dio sa che gli scandali degli abusi sessuali riguardanti membri del clero degli ultimi 25 anni hanno fornito un notevole sostegno a questa argomentazione, già nutrita dai soliti sospetti su Inquisizione, crociate, persecuzione di Galileo, caccia alle streghe, eccetera. Ovviamente potremmo esaminare ciascuno di questi casi, ma al nostro scopo mi limiterò ad ammettere che sì, nel corso dei secoli moltissimi cristiani si sono comportati male, ma perché, ci si chiede, questo dovrebbe andare contro l’integrità e la rettitudine del cristianesimo? Moltissimi americani hanno fatto cose orribili, spesso in nome dell’America. Si pensi ai proprietari di schiavi, alle guardie della prigione di Abu Ghraib, eccetera. Queste cose provano ipso facto che gli ideali americani sono meno degni di lode o che il sistema americano in sé è corrotto?

Vari giovani hanno anche detto di aver abbandonato le Chiese cristiane perché “la religione è la maggiore causa di conflitto al mondo”. Ormai si sente dire talmente spesso – soprattutto sull’onda dell’11 settembre – che tendiamo a considerarla una cosa evidente, quando in realtà è un’invenzione della storiografia dell’epoca illuminista. Voltaire, Diderot, Spinoza e molti altri nel XVII e XVIII secolo volevano minare la religione e non hanno trovato modo migliore per farlo che ritenere il cristianesimo la fonte della violenza. Attraverso innumerevoli canali, questo approccio è penetrato nella coscienza generale, ma non regge di fronte a uno scrutinio serio. Nella loro ricerca esaustiva sulle guerre della storia umana (The Encyclopedia of Wars), Charles Phillips e Alan Axelrod dimostrano che meno del 7% delle guerre può essere credibilmente attribuito alla religione.

Le guerre più sanguinose della storia, quelle del XX secolo, che hanno provocato oltre 100 milioni di morti, non hanno praticamente nulla a che fare con la religione, mentre si potrebbe avanzare un’argomentazione molto persuasiva per la quale il secolarismo ideologico e il nazionalismo moderno sono le fonti dei maggiori spargimenti di sangue. E tuttavia il pregiudizio, promosso inizialmente dai filosofi illuministi, stranamente persiste.

Uno studio Pew precedente ha mostrato che per ogni persona che si unisce oggi alla Chiesa cattolica ce ne sono sei che l’abbandonano, e che molte di queste ultime sono giovani. Questo studio più recente indica che sono le obiezioni intellettuali a spiccare quando si chiede a queste persone perché abbiano abbandonato la propria fede. Spero fortemente che insegnanti, catechisti, teologi, apologeti ed evangelisti possano svegliarsi e fare qualcosa al riguardo.



Il vescovo Robert Barron è vescovo ausiliare dell’arcidiociesi di Los Angeles e fondatore dei Ministeri cattolici Word on Fire.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
apologeticaateismo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
3
Histórias com Valor
Bambino uscito dal coma: ho visto la mia sorellina abortita
4
Claudio De Castro
Sono andato a Messa distratto, e Gesù mi ha dato una grande lezio...
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni