Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 29 Novembre |
San Vincenzo Romano
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Quello che la gente non vi dice sulla pianificazione familiare naturale

web-couple-marriage-love-sunset-shutterstock_259091375-astrostar-ai

Shutterstock / AstroStar

Il Blog di Emma y Didier - pubblicato il 24/08/16

Aspettare non vi ucciderà, anzi, farà crescere il vostro amore

Per questo articolo ho pensato a più titoli, tra cui “Non prendo la pillola, anche se non ci credi” o “Sì, sono sposata. E no, non ho una cintura di castità“, ma alla fine ho deciso di far parlare ciò che abbiamo vissuto personalmente: siamo sposati da un anno e 4 mesi e possiamo dire con ogni sicurezza che la Pianificazione familiare naturale (PFN) è geniale e funziona.

Prima di sposarci abbiamo sentito di tutto e di più, sull’argomento:

“Èinaffidabile” (Falso. Ha una percentuale di successo potenziale che va dal 98,7 al 99,5%, e la percentuale di successo globale è del 83-97%. Il metodo è efficace quanto gli anticoncezionali ormonali – la spirale spirale IUD, la pillola, ecc. – ed è migliore dei metodi anticoncezionali di barriera – come i profilattici. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Salute i metodi di PFN hanno un’efficacia del 95-99%)


LEGGI ANCHE: Pianificazione familiare naturale: non è “per cattolici”


“Può non coprire il periodo della luna di miele e i primi mesi” (Vivere il fidanzamento nella castità ci permette di imparare molto ben prima di possedere i nostri corpi, e aspettare qualche giorno non è una missione impossibile. Potersi prendere cura e amare l’altro è invece un onore).

Solo le donne con un ciclo regolare possono praticarla“ (Il mio ciclo non è il più regolare al mondo. La PFN aiuta le donne dal ciclo irregolare a conoscere meglio il loro corpo, spingendole a monitorare con più efficacia la propria salute sessuale e riproduttiva).

“Il marito si stancherà di aspettare” (Se una persona non è in grado di aspettare con me un paio di giorni, allora perché ha detto che mi avrebbe amato tutti i giorni della nostra vita?)

“È una cosa irresponsabile, che non pianifica in modo serio” (Beh, personalmente ritengo che affidare una decisione così trascendentale a una pasticca o a un po’ di latex non sia poi così affidabile, considerando che il metodo più efficace per rimandare una gravidanza è l’astinenza).

Anche se avevamo molte domande nel cuore, i nostri padrini di matrimonio sono stati di grande consolazione, appoggio e speranza, spingendoci ad approfondire bene la questione:

“Dio è saggio. Se ci chiede qualcosa ci darà anche la grazia per poterlo fare”


LEGGI ANCHE: Il sesso è il cibo che nutre il matrimonio


Oltre venticinque anni di matrimonio, tre figli (ognuno al tempo opportuno e frutto di una decisione), una vita intera di pianificazione famigliare naturale e servizio a Dio. Credo che fossero più che qualificati per darmi consigli.

Che una coppia voglia avere 10 figli o che stia semplicemente cercando di rimandare una gravidanza (per varie situazioni fisiche, emotive o economiche), da donna mi considero al 100% favorevole alla PFN.

Sono davvero scioccata dal fatto che molte donne non approfondiscono il tema a dovere. Invece di scoprire la bellezza e la magia dei nostri corpi (sia quando siamo più fertili che quando non lo siamo, a causa dei cambi di umore, della sindrome pre-mestruale, etc.) la maggior parte delle “lezioni di educazione sessuale” e quasi tutte le ostetrici e le ginecologhe si limitano a suggerirci di assumere un farmaco che neutralizzi la fertilità femminile. “Un machismosubdolo”, ho letto da qualche parte… Ed è una frase su cui sto tutt’ora meditando.

Oltre al fatto biologico che la PFN è completamente priva di sostanze chimiche (ammettiamolo, molti degli altri metodi sono fortemente legati ad agenti cancerogeni del gruppo 1, nonché ad ictus, coaguli di sangue, scegliere per la PFN mi ha aiutato a comprendere – da donna – il mio corpo (che pensavo di conoscere, per rendermi poi conto di sbagliarmi). E ha rafforzato, sia in Didier che in me, l’amore che proviamo per l’altro. Ha reso più solida la devozione e l’apprezzamento reciproco (soprattutto durante i miei momenti pazzi del mese).


LEGGI ANCHE: Come ci ha cambiati passare alla pianificazione familiare naturale


Ho già detto che amo tantissimo mio marito e gli sono grata perché si prende cura di me, mi rispetta e mi aspetta?

Abbiamo partecipato al nostro primo incontro sulla PFN (apprendimento del modello Creighton) sette mesi prima delle nozze.

Insieme a noi c’era anche una coppia di amici. Usciti dal primo incontro ne siamo rimasti tutti molto affascinati, è come se ci si fosse aperto davanti agli occhi un nuovo mondo.

Ho imparato più cose sul mio corpo in quell’incontro che in più di 20 anni. La PFN è più del mero calcolo delle date (come molti pensano, sbagliando): è un percorso alla scoperta di sé, fatto di affetto, sessualità e responsabilità.

Non sapevo inoltre che una donna potesse percepire la sua ovulazione, capire se si trovi in un periodo di infertilità, se soffra della sindrome dell’ovaio policistico, se abbia livelli alti o bassi di estrogeni o progesteroni, se soffra di endometriosi e molte altre cose. Se non fosse per la PFN – applicando semplicemente una sana attenzione ai segnali (bioindicatori) del corpo – difficilmente potrei sapere tutte queste cose.


LEGGI ANCHE: La sessualità nel matrimonio cristiano è meravigliosa


Tantissime donne che pensavano di essere sterili si sono rese conto – dopo aver esaminato correttamente il proprio ciclo – che nei loro corpi non c’era nulla che non andasse. Semplicemente non sapevano quale fosse il momento opportuno per provare ad avere un figlio, non sfruttando la finestra di fertilità.

Non sapevano che durante i giorni fertili il corpo della donne produce un tipo diverso di muco cervicale (bioindicatore) che, come si può vedere al microscopio, permette agli spermatozoi di muoversi con rapidità e velocità e fertilizzare l’ovulo.

Invece nei giorni “secchi”, in cui il muco prodotto è poco o nullo, al microscopio si può notare come un muro che manda un chiaro segnale agli spermatozoi: “divieto di accesso”.

Ogni lezione ci ha lasciati più sorpresi e meravigliati per come Dio abbia creato i nostri corpi in modo così perfetto e complementare.

Molti potrebbero pensare che sia disgustoso parlare di “muco cervicale”, di “bioindicatori” e di altri dettagli. Ma stiamo soltanto lodando Dio per la sua infinita saggezza nel creare i nostri corpi di uomini e donne.

Trovo molto strano che alcuni uomini siano disposti ad aver rapporti sessuali con una donna ma si scandalizzino perché si parla dei fluidi, del muco e degli altri misteri di sua moglie.

Secondo me, tutto questo esalta la bellezza del corpo umano e la grandezza del vero amore. È più che usare l’altra persona per il proprio piacere, è contemplare la bellezza di ciò che Dio ha creato nel cuore, nell’anima, nella mente e nel corpo.

Come si può davvero amare una persona se non si ama tutto di essa?


LEGGI ANCHE: 8 tappe per vivere l’amore e la sessualità nella coppia


Le cose tra me e Didier cambiarono notevolmente. Abbiamo scoperto una nuova dimensione della nostra intimità, della complicità, dello stare insieme, della tenerezza e della lealtà reciproca.

Naturalmente la parte che lui preferisce è mettere gli adesivi colorati sul grafico (…uomini!), ma gli piace anche sapere esattamente in quali giorni essere più gentile e super affettuoso con me. Fa del bene a entrambi (e a me porta i cioccolatini).

Se c’è una cosa che non mi convince affatto dell’ideologia anticoncezionale, è che tende a rappresentare la fertilità della donne come un “problema” per la coppia.

Come se l’unica cosa importante fosse che lei sia disponibile 24 ore al giorno e 7 giorni a settimana. A prescindere dal fatto che si senta pronta o meno.

Quando uscimmo dal primo incontro con il ginecologo (nonché medico in naprotecnologia), il nostro dottore ci disse che molte sue pazienti erano intenzionate a seguire la PFN, ma il partner non glielo permetteva.

Impegnati ad evitare una gravidanza, molti uomini finiscono per il trascurare il nobile ed onorevole compito di prendersi cura delle proprie donne.


LEGGI ANCHE: La pianificazione familiare naturale non è un’altra forma di contraccezione?


Come se la cosiddetta “liberazione femminile” sia stata in realtà una subordinazione della donna, che ha assunto il ruolo di oggetto. La donna è finita col mettere a rischio la propria salute, prendendo una bomba di sostanze chimiche per essere disponibile e alla mercé del desiderio altrui.

“Il contrario di amare non è odiare, ma usare l’altro”

Giovanni Paolo II

Personalmente conosco delle coppie che fanno uso di anticoncezionali, ma voglio chiarire che lo scopo di questo articolo non è di offendere. Non ci sono riferimenti personali a nessuno, vogliamo solo condividere la nostra esperienza e mostrare alcuni (tra i tanti) dati importantissimi che potreste non conoscere:

  • Non vogliamo che le persone ignorino i gravi e comprovati effetti collaterali della pillola. Il suo utilizzo interferisce con il sistema immunitario della donna, rendendola più incline a contrarre malattie sessualmente trasmissibili, tra cui innumerevoli altri effetti collaterali. Come l’aumento delle probabilità di contrarre tumore al seno, alla cervice uterina, al fegato e coaguli di sangue potenzialmente fatali;
  • La PFN è molto più efficace e vantaggiosa rispetto all’uso del preservativo e della pillola;
  • Coloro che si sono impegnati ad un amore eterno vorranno conoscere le statistiche sulle coppie che fanno uso della PFN. Queste hanno un tasso di divorzio di meno del 2% (contro il doloroso 50% di chi fa uso di metodi anticoncezionali.
  • Se volete vivere pienamente la fede nel vostro matrimonio, non potete sottovalutare il fatto che l’uso di anticoncezionali ha delle conseguenze sulla vita spirituale della coppia (andando contro i voti nuziali di amare l’altro liberamente, totalmente, fedelmente e in modo che porti frutto; si corre inoltre il rischio di vedere l’altra persona come il mezzo, e non come il fine in sé stessa).

A volte penso che se la gente comprendesse le seguenti cose, non farebbe mai e poi mai uso di metodi anticoncezionali:

  1. La bellezza, l’unità, la bontà e la verità con cui Dio ha disegnato i nostri corpi;
  2. La sessualità come regalo di Dio per il matrimonio;
  3. La felicità e la gioia di donarsi al coniuge (e da esso ricevere) come tesoro del Cielo per amare e prendersi cura vicendevolmente.

Penso che, se una coppia stia seguendo la PFN per avere più figli o per rimandare una gravidanza, sia meraviglioso essere consapevoli di ciò che sta realmente succedendo nel corpo della moglie. L’uomo in questo senso può essere di grande sostegno e supporto.


LEGGI ANCHE: Se la pianificazione naturale funziona, perché hai tutti quei figli?! 


Per quanto mi riguarda, è straordinario sapere che ho un marito che ama tutto di me e che è disposto a sacrificarsi insieme a me in quei giorni in cui, come coppia, abbiamo preso la decisione di aspettare. Rispettando i tempi, discernendo i momenti giusti e lodando Dio per la sua perfetta volontà.

In effetti il 100% delle coppie che praticano la PFN con cui abbiamo parlato è d’accordo con noi: superati i giorni in cui abbiamo deciso di aspettare, è dolce e bello stare di nuovo insieme, come una seconda luna di miele!

Un’amica ci ha detto che la PFN ha completamente cambiato il suo matrimonio. Nei primi mesi scelsero di utilizzare dei metodi anticoncezionali, ma sapevano di fare qualcosa di sbagliato. Discutevano continuamente, sentivano come se non fossero completamente dedicati l’uno all’altra, e con il tempo lei iniziò a sentirsi usata. Presero dunque la decisione di formarsi per praticare la PFN.

Ha condiviso con noi la sua testimonianza. La PFN ha fatto la differenza nella loro vita amorosa. Li ha resi più vicini, ha rafforzato l’intimità, la comunicazione e la comprensione reciproca. Ora si sentono davvero come una squadra.

Ci ha detto: “È come quando ci si astiene dal cioccolato durante la Quaresima. Arrivati alla fine si ha davvero voglia di cioccolata. Per noi, la PFN è stata così. Siamo davvero entusiasti di rinnovare i nostri voti matrimoniali”.

Per concludere: sì, aspettare durante quei giorni può essere difficile, ma molte coppie seguono la PFN e non sono morte! Aspettare non vi ucciderà, anzi, farà crescere il vostro amore.


LEGGI ANCHE: Regolamentazione naturale della fertilità: miti e realtà


La PFN richiede comunicazione e scoperta di sé, è un sacrificio. Ma avete fatto caso che tutte le cose buone della vita richiedono uno sforzo?

Sì, la PFN richiede un amore vero.

Ecco cos’è che le persone non dicono sulla Pianificazione Familiare Naturale.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Tags:
amoreanticoncezionalimatrimoniopianificazione familiare naturalesesso
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni