Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 19 Settembre |
Notre Dame de la Salette
home iconStile di vita
line break icon

Come ci ha cambiati passare alla pianificazione familiare naturale

usccb.org

Aleteia - pubblicato il 26/07/14

Capire come funziona il nostro corpo e trovare modi diversi per esprimere affetto

Quando ci siamo sposati, mia moglie Misty e io eravamo la tipica coppia di oggi. Confidavamo negli anticoncezionali ormonali, ma per i loro effetti secondari negativi l’esperimento non è durato molto.

Misty è venuta a conoscenza della Pianificazione Familiare Naturale (PFN) attraverso un’amica cattolica. Riconosco che non avevo fiducia in tutto quell’“abracadabra” con termometri all’alba e osservazioni che si annotavano con simboli enigmatici nella grafica della PFN.

Tutto è cambiato in modo sorprendente una volta che ci siamo abituati allo stile di vita della PFN.

Prima di avere figli, Misty era atea e io agnostico. Con il nostro primo figlio, il miracolo della vita ha prodotto un risveglio spirituale. Ci siamo resi conto che lo Spirito Santo ci aveva guidati a una vita cattolica.

Anche dopo la nostra conversione, la PFN ha arricchito il rapporto tra di noi e con Dio in modi che non ci saremmo mai aspettati.

Abbiamo studiato la “teologia del corpo” nelle catechesi di Giovanni Paolo II e ci siamo entusiasmati nel vivere la nostra fede e condividerla.

È emozionante imparare le ragioni potenti su cui si basano i begli insegnamenti della Chiesa sul sesso e sul matrimonio.

Con mia grande sorpresa, ho imparato anche che mia moglie ringraziava enormemente per il mio desiderio di capire come funzionasse il suo corpo.

Ho condiviso la responsabilità di pianificare la nostra famiglia e ho trovato anche modi diversi per esprimerle il mio affetto e l’intimità quando avevamo buoni motivi per rimandare una gravidanza. Questo ha rafforzato il nostro matrimonio e mi ha reso un marito e un padre migliore.

Quando siamo diventati cattolici, sapevo che volevo essere la guida spirituale della nostra famiglia, ma non capivo cosa comportasse oltre a portare i nostri figli a Messa la domenica.

Attraverso la PFN e la Sacra Scrittura, ho scoperto che avevo la possibilità di scegliere che tipo di uomo volevo essere.

Spesso incolpiamo Eva per aver mangiato il frutto proibito, ma nella Genesi impariamo che dopo averne mangiato ella offrì il frutto ad Adamo, che era con lei. Adamo non l’ha bloccata e non le ha detto: “Non è una buona idea, andiamocene”. Non ha protetto la sua sposa, ma è rimasto in silenzio mentre il serpente la convinceva a rinunciare allo stato di santità e a spezzare la sua relazione con Dio.

Ma è esistito anche San Giuseppe. Quando Giuseppe ha obbedito all’angelo che gli ha detto di prendere Maria con sé, ha accettato il disonore pubblico e la vergogna di una promessa sposa incinta. Ha sacrificato il proprio onore personale e il suo buon nome per obbedire a Dio e proteggere Maria e Gesù.

Un marito ha una scelta chiara: può essere un Adamo per sua moglie o può essere un Giuseppe. L’uomo può rimanere in silenzio e permettere che sua moglie subisca le conseguenze fisiche e spirituali degli anticoncezionali o può difendere la sua virtù, il suo corpo e la sua anima usando la PFN.

Al giorno d’oggi, si accetta la contraccezione. Qualsiasi uomo che se ne privi e preferisca la PFN corre il rischio di cadere nel ridicolo e di essere criticato, ma come ci ha insegnato San Giuseppe ci sono cose più importanti dell’opinione altrui. Magari noi mariti scegliessimo di essere un Giuseppe per le nostre mogli!

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
pianificazione familiare naturale

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni