Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Qual è la differenza tra cattolico e cristiano?

AFP PHOTO/ LAKRUWAN WANNIARACHCHI
Sri Lankan Christian devotees take part in the annual Way of the Cross ritual, which symbolises the final journey of Jesus Christ before he was crucified, during a Good Friday service in Colombo on April 18, 2014. Christians account for around six percent of Sri Lanka's 20 million population. AFP PHOTO/ LAKRUWAN WANNIARACHCHI
Condividi

Il cristiano è colui che ha Cristo come Signore

Nella Bibbia non appare neanche l’espressione “Chiesa cristiana”, e se l’aspetto importante è che il nome figuri nella Bibbia, allora sarebbe scorretto anche definirla “cristiana”. Ma non è scorretto. È corretto definire la Chiesa cristiana e/o cattolica.

Come va bene chiamare la Chiesa “cristiana” perché i suoi membri sono seguaci di Cristo, è anche corretto chiamare la Chiesa “cattolica” perché accoglie al suo interno tutti i seguaci di Cristo di tutti i tempi e i luoghi.

Cristo “ha costituito sulla terra” una sola Chiesa, e l’ha istituita fin dalle origini come “assemblea visibile e comunità spirituale” (Lumen gentium, 8,1). “Questa Chiesa, in questo mondo costituita e organizzata come società, sussiste nella Chiesa cattolica, governata dal successore di Pietro e dai vescovi in comunione con lui” (LG, 8,2).

Cosa significa la parola “sussiste”? Questa espressione indica la piena identità tra la Chiesa di Cristo e la Chiesa cattolica. La Chiesa continuerà ad esistere nel tempo e solo in essa sono rimasti e rimarranno tutti gli elementi istituiti da Cristo stesso (Unitatis redintegratio, 3).

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

LEGGI ANCHE: Perché sono felice di essere cattolico

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.