Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

6 cose da NON prendere in considerazione quando giudichi il tuo aspetto

Woman feeling so alone © Balazs Kovacs Images / Shutterstock

Condividi

3. Qualcuno ti noterà, ma perché NON sei attraente 

Dobbiamo dirci la verità, se qualcuno ti nota è perché pensano che tu sia attraente. È vero che la società di oggi ha degli standard di bellezza molto precisi (il che non significa che siano corretti), ma questa realtà non invalida i vari standard personali di bellezza. Una persona potrebbe notarti perché le piaci, perché pensa che tu sia attraente (e non necessariamente nel modo definito dalla società), perché trova armonia nel tuo volto, grazia nel tuo corpo e luce nei tuoi occhi. Per mostrare agli altri questi attributi, devi essere tu per primo a riconoscerli e ad apprezzarli.

4. Consolati, molte persone che hanno tutto non sono attraenti

nariz

Seguire questo consiglio ti renderà soltanto più reticente verso i sentimenti che hai verso il tuo aspetto. Consolarti concentrandoti sulla mancanza di bellezza degli altri vuol dire incorrere nel circolo vizioso che porta a credere agli standard della società. Imparare a trovare la bellezza nelle persone ti porterà a notare i tuoi attributi più piacevoli ogni mattina quando ti vedi allo specchio.

5. Anche le persone affascinanti e belle diventeranno brutte

Aspettare che le persone che pensate siano attraenti perdano il loro appeal – in modo che tu possa sentirti meglio – è un chiaro invito ad essere invidiosi. La tua bellezza non dipende dalla presunta “bruttezza” di qualcun altro. Mettere il tuo “livello” di attrazione fisica in termini di paragone con gli altri significa che non sarai mai bello.

6. Non prestare attenzione ai tratti di te che non ti piacciono

E infine il consiglio più duro: cosa fare con le caratteristiche che proprio non mi piacciono? La risposta non è crearti un universo parallelo in testa in cui il tuo naso è meno pronunciato o i tuoi fianchi sono più snelli. Il punto è accettare il fatto che alcune parti del tuo corpo sono quelle che sono, non permettendo però loro a determinare l’accettazione che hai di te. La tua bellezza non dipende dal fatto che queste caratteristiche possano “cambiare” o meno, ma dal fatto che insieme alle tue altre caratteristiche fanno di te un essere unico.


Questi anti-consigli che abbiamo proposto sono una sorta di consolazione per chi sente di aver perso. Invitano le persone che non si piacciono a sentirsi meglio attraverso false speranze e paragoni non necessari. Ciò che è davvero attraente in una persona è il fatto di amare se stessi come si è.

La vera bellezza è una combinazione di ciò che è dentro e di come ciò influisce esteriormente: il modo in cui ti prendi cura degli altri, il modo in cui esprimi ciò che pensi, il tuo stile d’abbigliamento, ecc. Se dedichiamo il nostro tempo a conoscere di più noi stessi e a valorizzare la nostra identità, invece che entrando in paranoia per soddisfare gli standard di bellezza imposti dalla società, saremo più felici, liberi e sicuramente più attraenti.

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi di questi ‘consigli’ del video. Lascia i tuoi commenti qui sotto. Buona giornata!

[Traduzione dall’inglese a cura di Valerio Evangelista]

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni