Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
News

La fame colpisce ancora 800 milioni di persone nel mondo

shutterstock

Vatican Insider - pubblicato il 15/06/16

La visita di papa Francesco al World food program, ha acceso i riflettori su un insieme di problemi che toccano tutta l'umanità.

di Francesco Peloso
La visita compiuta dal papa al Pam, il Programma alimentare mondiale (World food program, Wfd), ha riacceso i riflettori su alcuni grandi temi collegati fra di loro: la denutrizione che colpisce milioni di persone nei Paesi poveri, la distribuzione delle risorse, i problemi legati all’agricoltura, lo spreco del cibo, le speculazioni sui generi alimentari. La direttrice esecutiva del Wfp, Ertharin Cousin, ha accolto il Papa come un «difensore della dignità dell’umanità». «La verità», ha detto, «è che il mondo ha la conoscenza, la capacità e le abilità» per sconfiggere la fame e la malnutrizione. Ciò di cui si ha bisogno, ha sottolineato, è «la volontà pubblica e politica mondiale».

A guardare i dati diffusi dalle varie agenzie Onu sulla materia, la Fao e il Pam, fra le altre, emerge un quadro in cui ancora 795 milioni di persone soffrono la fame. Tuttavia va detto che la denutrizione assoluta nel mondo si sta riducendo, per quanto il problema rimanga gigantesco e incida maggiormente in certe aree del Pianeta rispetto ad altre. Rispetto al 1990, infatti, il numero di coloro che non hanno abbastanza da mangiare è calato di circa 216 milioni, il che equivale comunque a dire che più o meno una persona ogni 9 soffre la fame.

D’altro canto, se la fame sta regredendo, bisogna anche rilevare che questo non avviene in modo uniforme. I numeri dicono che l’Asia resta il continente con la più alta percentuale di persone che soffrono la fame nel mondo mentre l’Africa Sub-sahariana è la regione con la più alta incidenza (in percentuale sulla popolazione) della fame, una persona su quattro infatti soffre di denutrizione. La fame, poi non colpisce tutti nello stesso modo, l’infanzia paga un prezzo più alto: nei Paesi in via di sviluppo, un bambino su sei (sono circa 100 milioni) è sottopeso, ancora, un bambino su quattro nel mondo soffre di deficit di sviluppo. Nei Paesi in via di sviluppo, questa percentuale può crescere arrivando a un bambino su tre, mentre 66 milioni di bambini in età scolare – 23 milioni nella sola Africa – frequentano le lezioni a stomaco vuoto.

La notizia positiva è che, in ogni caso, nell’arco di 25 anni, dal 1990 al 2015, nei paesi in via di sviluppo, la prevalenza della denutrizione – che misura la percentuale di persone che non sono in grado di consumare cibo sufficiente per una vita attiva e sana – è scesa al 12,9% della popolazione, un calo dal 23,3%; questo racconta l’ultimo rapporto delle Nazioni Unite sull’insicurezza alimentare nel mondo. Va poi rilevato come la maggioranza dei paesi monitorati dalla Fao – 72 su 129 – ha raggiunto l’«Obiettivo del Millennio» di dimezzare la prevalenza della denutrizione entro il 2015, allo stesso tempo i paesi in via di sviluppo nel loro complesso hanno mancato l’obiettivo per un piccolo margine. Inoltre, 29 paesi hanno raggiunto l’obiettivo più ambizioso posto dal Vertice Mondiale sull’Alimentazione del 1996 di dimezzare il numero totale delle persone denutrite entro il 2015. L’obiettivo da raggiungere è quello, evocato anche dal Papa, della «fame zero».

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
fame nel mondopovertà
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni