Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Come festeggiare senza alcool per aiutare chi lotta con la dipendenza

Condividi

Tenere bibite analcoliche a portata di mano è una cortesia, ma la vera misericordia è offrire il vino della compagnia

26) Tieni a disposizione bevande alternative che non siano acqua per le volte in cui ti vengono a trovare persone che hanno avuto problemi con l’alcool. 54 modi per essere misericordiosi durante l’Anno Giubilare della Misericordia Signore, abbi misericordia di un cattolico astemio.

Non intendo uno che si astiene dal mangiare carne o dall’espressione sessuale al di fuori del matrimonio sacramentale ­ anche se ovviamente le persone che si trovano in queste due situazioni potrebbero dover usare tutta la misericordia che possono ottenere, visto che il mondo non darà molta tregua alla loro disciplina.

No. In questo caso sto implorando la vostra misericordia, e quella di Dio, per il cattolico che ­ per motivi di salute fisica o mentale o per evitare situazioni di peccato troppo prossime ­ deve astenersi dal bere alcolici. Sono una delle persone a cui si applicano tutte queste ragioni, e che è rimasta sobria per il rotto della cuffia negli ultimi 3 anni e mezzo.

E non è facile essere una cattolica astemia. Pensateci. Non siamo musulmani o mormoni o battisti del Sud, la cui fede richiede di astenersi dall’alcool. Il vino, ricordatelo, per noi è sacramentale. E veniamo da culture profondamente radicate nelle benedizioni celebrative e familiari dell’uva, della birra, del whisky, del brandy. Santo cielo, abbiamo inventato lo champagne!

Celebre è il distico di Hilaire Belloc:

Laddove splende il sole cattolico

Ci sono musica, risate e buon vino rosso

Almeno ho sempre sentito dire così:

Benedicamos Domino!

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni