Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Gli effetti della virtù spiegati da due pubblicità

Condividi

Le nostre azioni hanno un effetto domino che va ben oltre le nostre originali intenzioni

di Sean Chapman

Una delle sfide più grandi, quando si vuole comunicare ai giovani l’importanza di una vita vissuta con moralità, è di far capire che le nostre azioni hanno molte più ripercussioni del previsto. Comprendere questa “legge delle conseguenze non pianificate” richiede una grande immaginazione.

Forse uno degli aspetti meno apprezzati della vita spirituale è l’importanza di usare la nostra immaginazione al servizio della virtù. In altre parole, quando mettiamo in atto la nostra immaginazione per prevedere le conseguenze delle nostre azioni, questo ci può essere di aiuto per “discernere gli spiriti” (come la spiritualità ignaziana). E questo non è vero soltanto per le cose negative, ma anche per quelle positive. Esaltiamo l’immaginazione dei bambini, degli scrittori e degli artisti, ma qual è il suo ruolo nella vita morale e spirituale?

Il problema definitivo con la vita morale si riduce a questo: il peccato sembra essere estremamente generoso all’inizio, ma alla fine ci deruba di tutto. La virtù invece è, all’inizio, un po’ come lavorare per il bene di tutti, non dà nulla in cambio; ma alla fine ripaga profumatamente.

Gli spot pubblicitari che sto per mostrarvi vanno intesi come una sorta di sforzo immaginativo per illustrare al meglio ciò che è più impegnativo e delicato nella vita morale. La mia speranza è che entrambi i video possano incoraggiare il lettore nel suo personale sforzo per riconoscere le conseguenze delle proprie azioni, molto spesso ben più grandi di quanto abbiamo mai potuto immaginare.

Il primo spot è preso da DirecTV. Forse alcuni si ricorderanno del memorabile slogan: “Don’t end up in a roadside ditch”, cioè “Non finire in un fosso lungo la strada”.

Mentre la colpevolezza morale del gentiluomo di questo spot potrebbe essere trascurabile (o almeno così sembrerebbe), il punto generale è ancora valido. Le nostre azioni hanno un effetto domino che va ben oltre le nostre originali intenzioni. Le conseguenze di una malefatta (o di un tentata scorciatoia) possono avere esiti cosmici. Per quanto tentiamo di isolarle, le nostre azioni iniziano a vivere di vita propria. Per poi venirci a dare la caccia, letteralmente. Questo avviene su un profilo personale con i nostri peccati, ma anche a livello generazionale (guardate il video qui sotto).

Ovviamente non considero un peccato il mancato abbonamento a DirecTV, ma credo che il senso della pubblicità sia abbastanza azzeccato (perlomeno in questo significato specifico). I vizi non compaiono all’improvviso. E non hanno un impatto soltanto sul nostro destino, ma anche su quello di coloro con i quali interagiamo.

Il prossimo spot che fa riflettere sulla moralità e sull’integrità è tratto da una pubblicità recente della State Farm. In questo caso l’idea è un più positiva.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni