Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 19 Giugno |
San Romualdo
home iconNews
line break icon

Ha sconfitto il cancro. Ora aiuta le donne malate oncologiche del Madagascar

Flickr/ Hery Zo Rakotondramana/CC

Gelsomino Del Guercio - Aleteia - pubblicato il 29/10/15

Cinzia Catalfamo Akbaraly ha trasformato la sua vita in una battaglia di solidarietà

Nel 2009 ha scoperto un tumore al seno che l’ha spinta a dedicare la sua vita alla cura di migliaia di donne in Africa. E’ la storia di Cinzia Catalfamo Akbaraly, milanese di 49 anni, impegnata da venti nello sviluppo di progetti umanitari in Madagascar, Paese di cui è stata Console generale onorario italiano per 15 anni (Il Sole 24 Ore, 28 ottobre).

IL PROGETTO “4AWOMAN”

Dal 2010, dopo essere guarita, ha avviato con laFondazione Akbaraly, dal nome del marito imprenditore indiano di successo, il progetto “4aWoman”, realizzando due strutture e un’unità mobile per supportare la popolazione femminile malgascia nella sensibilizzazione e nella prevenzione dei tumori al seno e al collo dell’utero (Ansa 28 ottobre).

LA SCOPERTA DEL TUMORE

Oggi Cinzia è una mamma (di quattro figli) e una moglie felice e che fa della solidarietà la sua bandiera di vita. Ma nel febbraio 2009 ha attraversato il momento più buio della sua vita. Allora scoprii d’avere un tumore al seno. Così prese l’aereo e arrivò a Milano. Operata in aprile all’Ieo (l’Istituto europeo di oncologia fondato dal professor Umberto Veronesi nel 1994) Cinzia ce la fa, guarisce. Anche se, come sanno tutti i malati di tumore, dovrà sottoporsi a controlli ogni sei mesi per il resto della vita.

“PERCHE’ IO POSSO CURARMI E LORO NO?”

È in quel momento che scatta in lei una riflessione precisa: «Perché – si chiede – io devo avere la possibilità di curarmi e le donne malgasce no?». Detto, fatto. Cinzia Catalfamo Akbaraly struttura l’associazione e il progetto “4aWoman“, nato nel giugno del 2010, raccogliendo oltre due milioni di euro in gran parte donati dal marito (Il Giornale, 28 ottobre).

MIGLIAIA DI DONNE A RISCHIO

«Per le donne malgasce – spiega Cinzia – i tumori femminili sono la prima causa di morte. In media hanno otto figli e sono attaccate dal cancro a partire dai 25 anni. Il tasso di positività al virus Hpv, causa d’affezione al collo dell’utero, certificato nei centri su un campione di 1.300 donne tra i 35 e i 50 anni, è pari al 23 per cento, tre volte superiore a quello europeo».

Oggi le strutture realizzate nell’ambito di «4aWoman» hanno permesso di sensibilizzare oltre 30mila donne, di fare più di 4 mila pap test, 2mila e 600 Hpv test, 3mila ecografie e 800 mammografie.

Tags:
africacancromalattiasolidarieta
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
6
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
7
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni