Ricevi Aleteia tutti i giorni
Aleteia

4 cose preziose che usi tutti i giorni… più del cellulare!

© Subbotina Anna / Shutterstock
Condividi
Commenta

La nostra autostima, le nostre idee, i nostri sentimenti...

Molto più del cellulare, tutti i giorni usiamo la nostra autostima, le nostre idee, i nostri sentimenti. Mettiamo con cura protezioni agli schermi, ma non so se ci dimentichiamo di pulire allo stesso modo i nostri occhi, il nostro sguardo.

C’è chi tutte le mattine si trucca accuratamente e non dimentica di indossare gli abiti più adatti. Si ricorda anche di sorridere? Prima di uscire di casa ci mettiamo l’orologio, ma cosa succede alla vita?

Usiamo tutti i giorni:

1. Il tempo

Usiamo il tempo, perché il tempo si usa. Quando non lo usiamo, è lui a usare noi, ci trasporta, ci prende senza che riusciamo a fargli fronte. Il tempo, però, si utilizza, si spende o si spreca. Usiamo il nostro passato e anche il futuro, in qualche modo diventano servili senza lasciarsi controllare completamente. Il presente risulta un semplice miraggio quando ci fermiamo e meditiamo su ciò che sta accadendo.

2. Noi stessi

Molto di più di qualsiasi altra “realtà”, se si può dire così. E noi non abbiamo alcun ricambio, né c’è un armadio con “vari io” da cambiare durante la settimana. Ci usiamo in un modo particolare: attraverso le idee, l’idea che abbiamo di noi stessi, l’ascolto di quello che ci dice il desiderio, l’intelligenza, anche il cuore.

3. Il mondo

Da un lato il Pianeta, con l’iniziale maiuscola, quella che chiamiamo la Terra e che siamo stati capaci di vedere “da fuori”, quella che tutti i giorni viene calpestata nel bene e nel male. In lei riversiamo l’orma della nostra presenza e ci serve con i suoi beni. Non di rado il nostro uso riporta mali profondi che vanno ripensati instancabilmente senza perderli di vista.

Dall’altro lato il mondo, la nostra idea del mondo, il mondo che ci circonda e quello che abbiamo fatto nostro in un modo o nell’altro. Quel mondo che è “la nostra povera ridotta”, che ci permette di pensare al tutto, a chi è lontano, a chi viaggia abbandonando la sua casa per cercare un altro mondo migliore – il nostro –, a chi soffre in qualche angolo della propria città senza fare molto rumore. Il mondo viene usato ogni giorno.

4. La libertà

Anche in questo caso è un concetto ambivalente. Di fronte a coloro che pensano alla libertà come all’opportunità di scegliere, senza zoppicare né arrendersi, affrontando la propria vita in modo egemonico, mi piace pensare che la libertà parta da quello a cui ci vediamo realmente uniti.

In ogni caso, la sua indiscutibile presenza nel quotidiano, indipendentemente dal fatto che riusciamo a spiegarla bene o meno, ci mostra i complessi meandri della propria volontà e intelligenza. Un allievo del corso passato mi spiegava alla fine di una lezione di aver concluso che non esiste libertà senza ragione, senza la forza delle idee. Ho risposto che quello è sicuramente solo l’inizio di molte altre domande.

 

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni