Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Un gigantesco murale di papa Francesco al centro di New York

© JEWEL SAMAD - AFP
TOPSHOTS
Two men paint a mural of Pope Francis on the wall of a high-rise building in New York on August 28, 2015. Pope Francis will visit the US on September 22-27, stopping in Washington, DC, New York, and Philadelphia. AFP PHOTO/JEWEL SAMAD
Condividi

Realizzato in vista della visita del pontefice negli Stati Uniti, “saluterà” i passanti per sei settimane

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

In vista della visita di papa Francesco a New York, la diocesi di Brooklyn ha commissionato una grande immagine di papa Francesco. Il murale si trova in una delle zone più affollate di Manhattan, all’angolo tra la 8th Avenue e la 34th Street, a pochi passi da Penn Station e dal Madison Square Garden.

Il papa celebrerà la Messa al Madison Square Garden il 25 settembre, durante la sua visita di una giornata a New York City, che seguirà quella di tre giorni a Washington D.C. e precederà i due giorni che il pontefice trascorrerà a Philadelphia.

Il murale è stato promosso dal DeSales Media Group, braccio tecnologico e comunicativo della diocesi di Brooklyn, e mostra il pontefice che sorride e saluta la folla con la mano.

È davvero emozionante far parte di tutto questo, sono molto onorato”, ha detto David Osborne, uno dei quattro artisti che hanno realizzato il progetto (Fox5NY, 28 agosto).

Pochissima gente riuscirà a ottenere i biglietti per potersi recare al Madison Square Garden o alla cattedrale di St. Patrick per vedere il Santo Padre, e quindi volevamo coinvolgere le persone”, ha affermato monsignor Kieran Harrington, responsabile delle Comunicazioni della diocesi di Brooklyn.

Van Hecht-Nielsen, alla guida del gruppo degli artisti e convertito al cattolicesimo, ha affermato che l’opera è “una grande benedizione” (The New York Times, 2 settembre).

Il volto del papa, ha confessato, è stata la parte più impegnativa del lavoro per via del livello di dettagli richiesto.

Abbiamo raramente l’opportunità di dipingere qualcosa che abbia un significato per le altre persone”, ha aggiunto.

Craig Tubiolo, che gestisce la programmazione della diocesi e ha guidato il progetto, ha detto di sperare che il papa “si scatti un selfie” davanti alla sua immagine.

L’immagine resterà sul muro di una delle zone più affollate di Manhattan per sei settimane, fino al 5 ottobre.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni