Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 12 Maggio |
home iconNews
line break icon

Tratta e narcotraffico. Secondo round in Vaticano

© TERRE D'AMERICA

Alver Metalli - Terre D'America - pubblicato il 15/04/15

Per Vera, e anche questo lo dirà nel suo intervento in Vaticano, tratta di esseri umani e droga hanno un punto di connessione molto forte. “Nessuno di questi delitti può essere commesso in maniera reiterata e per un tempo prolungato se non ci fossero complicità o reticenze a livello statale”. Il dito di Vera si alza e punta in direzione del potere politico. «Non si può trafficare droga da un posto all’altro se non ci sono complicità alla frontiera, se non c’è acquiescenza nei commissariati di quartiere, se non ci sono coperture nel sistema giudiziario, insomma senza “corridoi” e “nicchie” di corruzione nello stato nazionale».

C’è poi una indiscutibile sinergia del crimine. “I mafiosi non hanno delle specializzazioni rigide. Le rotte della droga sono le stesse di quelle del traffico di organi che a loro volta coincidono con quelle del contrabbando di armi”. I mafiosi, per Vera, passano da una all’altra di queste attività seguendo la logica del profitto. Fa l’esempio di una provincia argentina, Entre Rios, “una di quelle che cinque o sei anni fa registrava il maggior numero di postriboli”. Lui e l’Alameda ne hanno fatti chiudere a dozzine. “Ma è cresciuto il narcotraffico e la vendita a dettaglio della droga, ilnarcomenudeo, com’è conosciuto nell’ambiente, perché – mi ha spiegato un mafioso – era diventato più redditizio della prostituzione organizzata”.

Gli chiediamo a bruciapelo se anche lui, come il Papa, pensi che l’Argentina si stia messicanizzando. “Attraversiamo un processo simile a quello del Messico di un decennio fa” precisa con puntiglio, “quando la corruzione statale prolungata si è saldata con il crimine organizzato generando una stato di mafiosità”. “E’ così anche da noi” aggiunge; “ogni commissariato di Buenos Aires ha la mappa del delitto della propia giurisdizione con assoluta precisione, ma non per combatterlo, lo stato è assente o è presente in maniera mafiosa”.
E se anche lui creda che in Argentina la droga si produca, come ha detto il Papa nell’intervista a “La Carcova news”, il giornale della baraccopoli di padre Pepe di Paola? “Nella villa 1-11-14 ci sono laboratori di cocaina in 15 isolati, e cucine mobili dove si elaborano cloridrato di cocaina; la pasta base viene dall’Olanda…”.

Vera riserva qualche parola anche al prossimo viaggio della presidente Kirchner in Vaticano, “una visita richiesta che il Papa non può non concedere”. Poi enuncia «le tre linee di Francesco sull’Argentina: rispetto per i mandati costituzionali, perché tutte le volte che sono stati interrotti prematuramente non ci è andata molto bene, con svalutazione e crisi che finiscono con pagare i poveri; rispetto per i giudici, tutti, perché quelli impegnati in processi sensibili che toccano i settori del potere possano lavorare in libertà; politiche pubbliche sostenute dall’ “ufficialismo” e dall’opposizione per sconfiggere il narcotraffico che è il peggior cancro che abbiamo oggi in Argentina».

QUI L’ORIGINALE

  • 1
  • 2
Tags:
narcotrafficantitratta delle persone
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
rosary
Aleteia
Sapete quali sono i sacramentali istituiti dalla Madonna?
7
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni