Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 22 Settembre |
San Maurizio
home iconStorie
line break icon

Onorate questi 4 desideri di San Giovanni Paolo II sul letto di morte

AFP/ Pool

Tom Hoopes - Aleteia - pubblicato il 02/04/15

3) Più preghiera

Nella sezione della lettera dedicata al primato della grazia, San Giovanni Paolo II affermava: “Consentite al Successore di Pietro, in questo inizio di millennio, di invitare tutta la Chiesa a questo atto di fede, che s’esprime in un rinnovato impegno di preghiera”. “Senza Cristo non possiamo fare nulla”, ricordava; non è la “capacità di fare e di programmare” che può trasformare la Chiesa, ma Cristo stesso trovato nella preghiera.

Il papa chiedeva specificatamente la preghiera della Lectio Divina basata sulla Scrittura, promossa anche dal suo successore. “Se si promuove questa pratica con efficacia, sono convinto che produrrà una nuova primavera spirituale nella Chiesa”, ha detto infatti papa Benedetto XVI parlando della Lectio Divina.

Giovanni Paolo II ha poi proseguito con una serie di udienze generali sui Salmi, ma soprattutto ha promosso il Rosario.

Quando gli attentati dell’11 settembre hanno attirato l’attenzione mondiale, il pontefice ha chiesto a tutti i cattolici di recitare ogni giorno il Rosario per la pace.

Poi è arrivato uno dei suoi “fatti” più distintivi: ha creato cinque nuovi misteri del Rosario, suscitando curiosità e iniettando nuovo vigore a questa antica preghiera. Insieme ai nuovi misteri è arrivato l’Anno del Rosario, nel quale ha ripetuto e formalizzato il suo appello a recitarlo quotidianamente.

Ha funzionato: la mia famiglia è una di quelle che si sono impegnate nel Rosario quotidiano per la prima volta in risposta a queste misure papali straordinarie.

4) Servire i poveri

Citando il giudizio universale di cui si legge nel capitolo 25 del Vangelo di Matteo, Giovanni Paolo II ha chiesto ai cattolici di “scommettere sulla carità”, esortando a “fare in modo che i poveri si sentano, in ogni comunità cristiana, come a casa loro”. Ha legato questo fatto alla Nuova Evangelizzazione, affermando che “la carità delle opere assicura una forza inequivocabile alla carità delle parole”.

Ancora una volta ha fatto seguire un fatto: ha beatificato Madre Teresa di Calcutta nel 2003, nella domenica dedicata alle Missioni, chiedendo ai cattolici di seguire l’esempio della religiosa, che ha definito “un’icona del Buon Samaritano”. Il papa è morto nel 2005, lasciando degli scritti che sono diventati l’enciclica Deus Caritas Est di papa Benedetto XVI, proponendo Madre Teresa come modello di servizio cristiano e di preghiera.

Nel documento ci sono altre richieste che ha fatto seguire da “fatti” – uno importante è l’ecumenismo -, ma questi quattro sono desideri che noi cattolici laici in particolare possiamo realizzare.

La bellezza di questo “programma” è la sua semplicità. Non serve nulla di complicato. Convincere la gente che la Messa domenicale (il terzo comandamento, dopo tutto) aiuterà la sua famiglia, condividere quale potere di guarigione abbia la confessione, chiedere di recitare il Rosario per la pace nella nostra epoca travagliata e iniziare a servire i poveri.

Queste pratiche di base sono semplici da spiegare, e quando vengono seguite trasformano la vita. Se lo facciamo, diffonderemo un grande rinnovamento religioso.

Quale modo migliore per onorare San Giovanni Paolo il Grande?

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
san giovanni paolo ii
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni