Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 25 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconNews
line break icon

Volete davvero salvare il pianeta? Uccidetevi!

© Simón Pais-Thomas / CC

https://www.flickr.com/photos/simonpais/97552264

Roberta Sciamplicotti - Aleteia - pubblicato il 22/01/15

La Chiesa dell'Eutanasia esorta a togliersi la vita ed ha anche aiutato qualcuno a farlo

“È un culto suicida! Ovviamente la gente si è uccisa. A volte l'abbiamo aiutata”. Il fondatore della Church of Euthanasia (Chiesa dell'Eutanasia, CoE), il reverendo Chris Korda, non ha problemi a esprimere il punto di vista del suo movimento.  

L'unico comandamento della Chiesa è “Non procreare”, sostenuto da quattro pilastri: suicidio, aborto, cannibalismo (ma solo di persone già morte) e sodomia (qualsiasi atto sessuale che non porti a una gravidanza). 

Korda ha fondato la Chiesa dell'Eutanasia nel 1992 dopo un sogno in cui un'intelligenza aliena nota come The Being (L'Essere) l'aveva avvertito del fatto che l'ecosistema del pianeta si stava sgretolando e della negazione di questa situazione da parte dei leader mondiali. 

La fantomatica Chiesa ha una propensione alla satira e le interviste di Korda hanno spesso un tono provocatorio. Uno dei membri della Chiesa, Vermin Supreme, correrà alle elezioni presidenziali del 2016 promettendo pony gratis per ogni americano. Non sorprende, quindi, che molti facciano fatica a prendere sul serio questa istituzione, anche se Korda insiste sul fatto che non è uno “scherzo di cattivo gusto”.

La Chiesa dell'Eutanasia, ha spiegato il fondatore in un'intervista, “si preoccupa fondamentalmente dell'ecosistema, non della specie umana. Non siamo affatto umanisti. Siamo interessati solo marginalmente al destino della specie umana; ci interessa di più il destino del pianeta che abitiamo e dominiamo”.

Quando gli è stato chiesto perché non ha messo in pratica ciò che predica uccidendosi, Korda ha dichiarato che “è importante capire che ciò per cui la Chiesa è stata creata è cambiare il punto di vista sul mondo delle persone”. “Sosteniamo attivamente il diritto delle persone a morire se scelgono di farlo. Dovrebbe essere facile come lavarsi i denti. Ma ciò non vuol dire che io mi ucciderò domani. Per il momento, continuo a fare più bene da vivo”.

La Chiesa è anche “del tutto a favore” dell'uso di droghe o del fumo. “E diciamo che se bevete e poi vi mettete alla guida, è molto importante non allacciare la cintura di sicurezza”.

Secondo Korda, che è anche musicista, la Chiesa dell'Eutanasia avrebbe circa trecento membri e qualche migliaio di simpatizzanti. 

“Siamo l'unica religione pro-vita”, ha dichiarato in un'altra intervista. Quando gli è stata fatta notare l'apparente contraddizione tra questa affermazione e il fatto di sostenere suicidio e aborto, ha spiegato che “sono forme di riduzione della popolazione volontaria. La Chiesa si oppone ai metodi non volontari, ma chiunque valorizzi davvero la vita dovrebbe cercare di ridurre la popolazione umana”. 

Per Korda, “a causa della vita c'è la morte, e a causa della morte c'è la vita. L'uomo è finora l'unica creatura nell'evoluzione che abbia cercato di opporsi a questo ciclo. L'esempio più ovvio di questo è il cattolicesimo. Nella religione tecnologica e nel cattolicesimo troviamo la negazione della negazione biologica del corpo”.

Nell'intervista, Korda ha spiegato meglio i quattro pilastri della sua Chiesa: “Il cannibalismo è spesso frainteso. Ogni anno 60.000 persone muoiono in un incidente automobilistico. Possiamo usare quella carne. Non si tratta di uccidere qualcuno e di mangiarlo. La sodomia (…) ha una lunga storia. (In passato) era definita come 'sesso innaturale', ma se si va più a fondo si scopre che la vera definizione è 'qualsiasi atto sessuale non volto alla procreazione'. Facciamo sesso solo per piacere. I pilastri sono in qualche modo una risposta al cattolicesimo. La Chiesa cattolica si oppone all'aborto, alla contraccezione, all'eutanasia e all'educazione sessuale, tutte cose che noi sosteniamo”.

Korda si ritiene anticattolico, “e anche anticristiano”. “Cos'hanno in comune le cose a cui la Chiesa cattolica si oppone e che la Chiesa dell'Eutanasia sostiene? Sono tutte legate alla mortalità, ai cicli della vita e della morte! La Chiesa cattolica sostiene la paura del corpo, la paura della nostra animalità. L'odio del biologico, e l'odio di tutto ciò che è selvaggio. L'odio del piacere! La Chiesa dell'Eutanasia è a favore del piacere”.

La sua Chiesa, sottolinea Korda, non chiede la completa estinzione umana, ma il ripristino dell'equilibrio, e questo comporta anche la critica dei media, “direttamente responsabili dell'omogeneizzazione della cultura”.

“Il messaggio subliminale di tutti i media è che c'è un unico modo perché la gente viva, il modo della società industriale”. La Chiesa dell'Eutanasia promuove invece “la diversità”. 

In un commento ad Aleteia don Fortunato Di Noto, il prete anti-pedofilia fondatore dell’associazione Meter, ha detto: “La vicenda – venuta a nostra conoscenza – è data dal fatto che il rinvenimento è stato fatto in un Bulletin Board System (un software che permette a utenti esterni di connettersi a esso attraverso la linea telefonica, dando la possibilità di utilizzare funzioni di messaggistica e file sharing centralizzato) e in una Chat specificatamente pedofili – galassia multiforme e trasversale, dove si consumano vari reati sia per istigazione alla pratica della pedofilia che per la produzione e divulgazione. Se la pedofilia è un ‘piacevole e dolce amore’ che distrugge l'innocenza non mi sembra inappropriato il fatto che la Chiesa dell'Eutanasia inciti anche alla sodomia e alla perversione. Qualcuno direbbe, basta che sia consenziente…l’eutanasia è ‘una buona e dolce morte’ e sappiamo bene che si sta estendendo anche ai e sui bambini. Non certo consapevoli e consenzienti. Filmati, parole che invitano a uccidersi, a comportamenti perversi…sono apologia. Da condannare senza se e senza ma”.

Tags:
abortosuicidio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni