Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Come si può vivere più a lungo? Con fede e famiglia

Ian MacKenzie
Condividi

Il progetto Blue Zones ha individuato le caratteristiche delle comunità più longeve al mondo

Una struttura sociale che mette al centro la famiglia, gli affetti e una fede religiosa: sono i 2 ingredienti che possono permettere di vivere più felicemente e più a lungo. Non è la Bibbia o il catechismo a parlarne, bensì un progetto (assolutamente laico) chiamato "Blue Zones" che classifica i luoghi più felici e longevi della terra e cerca di estendere la loro "ricetta segreta" anche ad altre comunità che desiderano aumentare la loro aspettativa di vita.

Blue Zones
Il concetto di "Blue Zones" fu lanciato dieci anni fa, in seguito allo studio condotto da Gianni Pes e Michel Poulain, i quali avevano identificato la provincia di Nuoro come l’area con la più alta concentrazione di centenari. Col tempo alla Sardegna si sono aggiunte altre quattro "Blue Zones" naturali, ovvero l’Isola di Ikaria in Grecia, Okinawa in Giappone, la penisola di Nicoya in Costa Rica e il villaggio di Loma Linda nella California meridionale. (Huffington Post, 16 dicembre)

Famiglia e fede
Recentemente lo studioso americano Dan Buettner (promotore di Blue Zones) e il National Geographic hanno studiato le caratteristiche di queste comunità, individuando i principali motivi di questo benessere. Oltre a una dieta basata soprattutto su verdure e legumi e una regolare attività fisica (gli abitanti di queste zone si spostano maggiormente a piedi), c’è una concezione della società che mette al centro la famiglia, favorendo i rapporti umani più intensi. L’ultimo aspetto – ma non il meno importante – è l’appartenenza a una fede religiosa, segno che l’uomo ha nel proprio cuore, più o meno coscientemente, il desiderio di Dio.

Basterà applicare queste ricette affinchè anche altre isole o comunità possano aspirare a vivere più a lungo? Difficile dirlo, per ora possiamo solo goderci lo spettacolo delle 5 "Blue Zones" esistenti.

Il villaggio di Loma Linda, California


Okinawa, Giappone

 

Ikaria, Grecia


Nicoya, Costa Rica

 

Monte Gennargentu, Sardegna
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni