Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Quando è che il litigio è costruttivo?

© public domain
Condividi

Un libro aiuta ad affrontare i conflitti in famiglia in modo sano

Il litigio, del resto, serve non per vincere, ma per mettersi d’accordo. Non bisogna battersi “contro” qualcosa, sostiene la Schneider, ma “per” qualcosa.

Particolare attenzione va poi riservata ai bambini, che hanno dei “sensori speciali” che a volte fanno loro percepire come gravi anche piccoli disaccordi. Allo stesso modo, hanno bisogno di sapere che litigare è normale e non può minare il rapporto. “Chi da bambino fa l’esperienza di essere perdonato nonostante i suoi sbagli e i suoi difetti”, scrive l’autrice, “da adulto saprà perdonare se stesso e gli altri”.

E allora, alla fine di un litigio, non c’è niente di meglio che una bella riappacificazione. “Non tutti se la sentono di balbettare delle spiegazioni inginocchiandosi e implorando il perdono fino al grande abbraccio finale”, “ma si può ottenere ‘un po’ di pace’ anche senza parolone e sviolinate”. “Chi ce l’ha fatta a terminare una lite, ha anche diritto a una ricompensa”.
 



ACQUISTA QUI IL LIBRO

 

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni