Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 22 Settembre |
San Maurizio
home iconStile di vita
line break icon

C.S. Lewis: una conversione sotto forma di opera teatrale

Public Domain

Aleteia - pubblicato il 23/03/14


Mero cristianesimo (1942-1944), indica che “se un bambino ha fame è perché esiste il cibo. Un anatroccolo vuole nuotare, esiste una cosa che è l’acqua. Se io scopro in me un desiderio che nessuna esperienza di questo mondo può soddisfare, la spiegazione più probabile è che io non appartenga a questo mondo”.

Dopo aver accolto la fede cristiana, alcuni biografi dello scrittore britannico spiegano che tutto ha iniziato ad andargli benissimo: scriveva senza sforzo, tutte le cose gli erano favorevoli. L’autore, però, non dice lo stesso.

Nel racconto autobiografico Diario di un dolore, racconta la sua sofferenza per una lunga malattia della moglie, Joy Davidman, una poetessa statunitense. Dalla morte della moglie, la salute di Lewis si è indebolita in modo intenso e progressivo fino alla morte.

Nella persona dello scrittore spicca, oltre allo zelo per la trasmissione del Vangelo, un carattere misericordioso nei confronti di chi non aveva le sue stesse idee. Nei lavori letterari e nei dibattiti pubblici, Lewis non era belligerante, ma compassionevole e paziente.

Con una delle sue metafore personali, diceva: “Quando arrivi nella tua stanza, sii buono con quelli che hanno scelto porte diverse e con quelli che sono ancora all’ingresso. Se sono nell’errore hanno un grande bisogno delle tue preghiere, e se sono tuoi nemici ti è stato detto di pregare per loro. È una delle regole comuni a tutta la casa”. È chiaro che di questa casa C.S. Lewis è stato un buon ospite.

La parabola del bambino che conosceva il mondo solo attraverso i disegni. Il racconto con cui C.S. Lewis spiega la difficoltà per l’uomo di conoscere Dio.

È difficile che Lewis tornasse indietro nella sua opera per riscriverla dopo il cambiamento che aveva rappresentato nella sua vita la conversione al cristianesimo. Lo ha fatto con una parabola destinata a spiegare le difficoltà che abbiamo noi uomini a conoscere le verità di Dio. Lo spiegava così:

Una donna incinta viene messa in prigione. La donna partorisce durante la detenzione. Il bambino cresce. Nella cella c’è solo una piccola finestra, ma è molto alta per il bambino.

La donna era stata un’artista e le viene permesso di tenere una scatola di matite e un quaderno. Disegna le cose che vede dalla finestra per mostrarle al piccolo.

Quando il bambino esce nel mondo esterno, ha una grande sorpresa: le figure non hanno un contorno disegnato, le montagne non seguono le regole di prospettiva del disegno, ma hanno un’altra dimensione, la profondità, e l’acqua dei laghi non è il bianco della carta. Si sente abbagliato dal luce del sole riflesso sulla sua superficie.

Per conoscere le verità di Dio, noi esseri umani abbiamo delle difficoltà e carenze analoghe a quelle del bambino che esce di prigione. Conosciamo la Rivelazione, ciò che Dio ha creato, le sue opere, ma manchiamo del contatto diretto con le verità divine e della visione di Dio.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
clive staples lewistestimonianze di vita e di fede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni