Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

I contraccettivi aumentano il rischio di cancro al seno

ALL
Condividi

Alcuni studi hanno rilevato un rischio del 950% maggiore nelle donne che hanno fatto uso di contraccettivi orali

I contraccettivi aumentano il rischio di cancro al senoAlcuni studi hanno rilevato un rischio di cancro al seno del 950% – 9,5 volte – maggiore nelle donne che hanno fatto uso di contraccettivi orali.

Secondo uno studio medico condotto in India le donne che utilizzano regolarmente contraccettivi orali corrono un rischio quasi dieci volte maggiore di sviluppare il cancro al seno rispetto alle altre donne.

"Abbiamo scoperto un maggiore impiego a lungo termine di contraccettivi orali tra coloro che soffrono di cancro al seno – 11,9% – rispetto ai soggetti sani – 1,2%", ha dichiarato al Times of India il dott. Umesh Kapil, professore presso l’unità di nutrizione e salute pubblica dell’All India Institute of Medical Sciences.

Lo studio, pubblicato sul Journal of Cancer indiano, comprendeva 640 donne, di cui 320 erano pazienti con cancro al seno. I ricercatori hanno rilevato un rischio di cancro al seno del 950% – 9,5 volte – maggiore nelle donne con una storia d’uso di contraccettivi orali.

Kapil ha detto che il cancro al seno è causato dalla ripetuta esposizione delle cellule del seno agli ormoni ovarici. Gli estrogeni e il progesterone delle pillole contraccettive possono aumentare il rischio a causa degli squilibri ormonali.

Il dott. GK Rath, capo della Bhim Rao Ambedkar Institute Rotary Cancer Hospital, ha affermato che il rapporto tra l’uso dei contraccettivi e la comparsa del cancro al seno non è conosciuto. “Ma ci sono prove sufficienti per dimostrare che lo squilibrio ormonale da loro causato aumenta il rischio", ha aggiunto.

Il medico ha detto che altri fattori importanti nell’insorgenza del cancro al seno sono un menarca precoce, il parto in tarda età e l’aver abortito. Il dott. Ajeet Singh Bhadoria, co-autore dello studio, ha suggerito che i risultati potrebbero essere rilevanti anche per l’uso di pillole del giorno dopo, che contengono una dose maggiore di ormoni. "La consapevolezza sugli effetti collaterali di un uso prolungato è un dovere", ha detto al Times of India.

Alcuni contraccettivi sono classificati come cancerogeni dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e il loro uso potrebbe aumentare il rischio per i tumori del collo dell’utero e del fegato. Altri studi hanno indicato che la pillola contraccettiva aumenta il rischio di coaguli di sangue mortali e ictus.

[Articolo tradotto da Aleteia]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni