Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 22 Aprile |
San Sotero
home iconStile di vita
line break icon

Orientamento professionale: le chiavi per trovare la propria strada

Ermolaev Alexander I Shutterstock

Edifa - pubblicato il 14/03/21

L'orientamento professionale è una fase essenziale nel percorso di un giovane studente. Se volete prendere la strada giusta e adattare meglio la vostra formazione al vostro progetto professionale, è molto importante fare un bilancio della vostra personalità e dei vostri desideri.

Quale lavoro scegliere? Quali studi privilegiare per raggiungere questo obiettivo? Come ogni studente, dovete scegliere sempre prima il vostro orientamento professionale. Ecco alcuni consigli per aiutarvi a fare la scelta giusta.

1. “Conosci te stesso”

  • Scrivi i tuoi talenti

Per maturare un progetto, inizia identificando i tuoi talenti. Scrivi le tue qualità su un foglio e chiedi ad amici e parenti cosa percepiscono di te. Scopri cosa ti attrae spontaneamente, cosa idealmente ti piacerebbe realizzare e cosa ti impedisce di farlo: dubbi, incomprensioni familiari, ecc. Cosa rimpiangeresti di non aver fatto? Il più delle volte il tuo sogno, a volte nascosto, ti guida verso ciò che ti corrisponde.

  • Competenze teoriche o pratiche?

Prendi in considerazione il tuo modo di lavorare. Forse saresti più a tuo agio con studi brevi e pratici. Sei indipendente, casalingo, creativo o dai il meglio di te in mansioni ripetitive? Ti piacciono i progetti ambiziosi e rischiosi? Preferisci il contatto, il lavoro di precisione? Le risposte a queste domande non possono essere misurate in “+” o “-“. Si tratta semplicemente di conoscere sé stessi per identificare meglio il proprio posto, che è unico.

  • Test della personalità

Anche se sono solo indicatori, i test della personalità aiutano ad identificare meglio il tuo profilo. Allo stesso modo, un buon coach può effettuare un bilancio di orientamento per offrirti delle prospettive reali. Qualunque progetto professionale fa parte di un progetto di vita. Pensa ai tuoi valori, alle tue motivazioni, a ciò che crea il tuo equilibrio. Cosa sei pronto a sacrificare e su cosa non sei disposto a transigere?

2. Informati sul lavoro che ti interessa

  • Fare degli stage per evitare d’idealizzare

Informati sul mondo del lavoro. Leggi le descrizioni delle varie professioni! Se sei attratto dalla natura, puoi diventare agronomo, giardiniere paesaggista, orticoltore, tecnico forestale, idrogeologo. Un buon modo per eliminare l’idealismo in ambito professionale consiste nel fare delle esperienze lavorative. Gli stage affrontano la realtà quotidiana di una professione. Incontra dei professionisti, fai loro delle domande sui loro mestieri, i loro settori, la loro evoluzione.

– Informati sul percorso di formazione

Verifica se hai le capacità per realizzare il tuo sogno. Prima di poter curare i pazienti e aprire il tuo studio medico, dovrai studiare per diversi anni medicina. Anche Madre Teresa si è data i mezzi per realizzare le sue ambizioni, passando da una formazione di infermiera prima di venir in aiuto ai lebbrosi. Ma il tuo sogno è importante perché sarà la tua forza motrice.

– Non rinunciare troppo in fretta al lavoro dei tuoi sogni

Pittore o musicista, vorresti dedicarti alla tua arte, ma i tuoi genitori preferiscono che tu ottenga prima un diploma? Abbi pazienza e coltiva questo dono. Vuoi imparare come autodidatta? Anche questo è possibile. La tua volontà di imparare, di farcela, la tua capacità di adattamento, si riveleranno determinanti.

3. Avere fiducia nel proprio futuro professionale

– Paura di studi senza sbocchi professionali precisi

Abbi fiducia in te stesso, guarda le tue risorse, il tuo potenziale, la tua determinazione. Evita di paragonarti, di preoccuparti dei tuoi fallimenti o dei successi degli altri. Non lasciarti scoraggiare dagli orizzonti cupi degli “studi senza prospettive”. Solo Dio conosce il futuro.

– Non ci sono scelte sbagliate

Sii positivo e non rimpiangere le tue opzioni. Non esiste una scelta ideale; la scelta giusta è quella che si fa al momento giusto. Arriverai ad altri bivi. Se un altro percorso ti si addice di più, corsi di formazione brevi, concorsi interni. Fai fruttificare i tuoi talenti, senza dimenticare che la fecondità della tua vita non sta nel valore dei tuoi diplomi, ma nell’amore che ci metti!

Stéphanie Combe

Tags:
lavoro
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
3
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo specchio
Vedi di più