Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 05 Agosto |
San Giovanni-Maria Vianney
home iconStile di vita
line break icon

Coppia: il segreto di Gesù per porre fine ai litigi dovuti alla stanchezza

© Shutterstock

Edifa - pubblicato il 22/09/20

La stanchezza è una delle tante cause di litigio in una coppia. Tuttavia, è possibile evitare questi battibecchi, prendendo semplicemente alcune precauzioni.

di Sophie Lutz

Quando si è stanchi è necessario essere vigilanti. Sul piano fisiologico, indica che abbiamo bisogno di recuperare. Sul piano emotivo, può renderci consapevoli dell’impatto che certi eventi hanno avuto su di noi e ci invita a prenderli in considerazione. Sul piano psicologico, può indicare che forse stiamo portando una situazione che è di sopra di noi. Sul piano spirituale, ci invita ad equilibrare la nostra vita, a riposare in Dio, o paradossalmente, a volgerci verso gli altri. Nella coppia, è un grande rivelatore dei difetti altrui ed è quindi necessario raddoppiare la nostra attenzione. Quando la nostra capacità di controllarci è debole e non riusciamo ad occuparci del nostro quotidiano, la stanchezza ci spinge a cercare un aiuto, soprattutto da parte del nostro coniuge. Se non è stanco come noi…

Il litigio causato dalla stanchezza è un momento di verità su noi stessi

La moglie solitamente ha un difetto perché fa notare con un tono un po’ fastidioso che suo marito non ha fatto le cose correttamente e il marito ha un altro difetto: è permaloso. E viceversa. Quando lei non è stanca, il suo tono non è offensivo e quando lui non è stanco, non si offende. Un bel giorno, il circolo vizioso si è fermato improvvisamente quando lei ha detto: “Siamo stanchi.” La tensione si è allora attenuata sia nei coniugi che nei bambini, che a volte assistono a queste discussioni irrazionali.

Naturalmente, non tutti i litigi sono dovuti alla stanchezza, ma questa può provocare talvolta delle tensioni, a causa della nostra mancanza di autocontrollo. La stanchezza attacca la nostra onnipotenza e il nostro perfezionismo, ci rende vulnerabili, sottolinea il nostro bisogno degli altri e relativizza quindi la nostra indipendenza. Ci ricorda anche che abbiamo un corpo e che dobbiamo prendercene cura.

Il primo passo per riposare è quello di isolarsi

Gesù mostra ai suoi discepoli stanchi che per riposare è necessario ritirarsi in un luogo solitario. È importante inoltre prendersi il tempo necessario per determinare quale tipo di riposo è più appropriato: il sonno, l’esercizio fisico, la natura, l’ascolto della musica, la lettura, la cura del corpo… e anche per pensare ai cambiamenti che potrebbero essere fatti per evitare di perdere troppe energie.

Ad esempio, il dialogo con il proprio coniuge può essere faticoso e laborioso se si trasforma in un dibattito e non favorisce l’ascolto. Forse è necessario stabilire alcune regole per poter parlare senza sfinirsi. Un altro esempio: le situazioni ingiuste sono molto faticose e provocano una collera spesso interiorizzata che risucchia energia. Come ammettere che il proprio coniuge non si assume questa o quell’altra responsabilità? È necessario in questi casi ritirarsi per chiarirsi le idee: talvolta si tratta di un sentimento di ingiustizia, basato su una visione distorta che è necessario esaminare in coppia. La stanchezza spesso ci allontana dal dialogo, anche se invece è proprio un momento chiave da cogliere.

Tags:
coppiagesù cristo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
MADELEINE PAULIAC
Sandra Ferrer
La dottoressa che aiutò a partorire delle suore violentate
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
DEVIL, 2020, ADVERTISING
Gelsomino Del Guercio
Il potere malefico degli angeli cattivi: fin dove può arrivare il...
4
BISHOP BARRON
Francisco Vêneto
Il vescovo Barron mette in guardia sull’ideologia del testo...
5
CARLO ACUTIS
Violeta Tejera
La prima vetrata che ritrae Carlo Acutis in jeans e scarpe da gin...
6
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
7
DOCTOR
Vanderlei de Lima
La sofferenza è una punizione di Dio?
Vedi di più