Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 29 Febbraio |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Quando la Bibbia aiuta a costruire la propria coppia al di là delle differenze

COUPLE, LOVE. SMILE

Oleggg | Shutterstock

Edifa - pubblicato il 13/09/20

Se gli opposti si attraggono, a volte hanno anche delle difficoltà ad andare d'accordo perché troppo diversi. Ecco dei consigli per accettare le differenze del proprio coniuge.

di Marie-Noël Florant

Vivere in una relazione con il proprio alter ego – la replica esatta di chi siamo e di ciò che pensiamo – non può essere desiderabile, ma anche vivere con qualcuno di molto diverso da noi può essere doloroso se non abbiamo preso il tempo di conoscerci e di capire cosa ci distingue. Come possiamo fare di modo che le differenze arricchiscano piuttosto che separino?

E se l’atteggiamento diverso del coniuge fosse molto interessante?

Così Lea, nonostante i forti punti di ancoraggio della loro coppia, è delusa di scoprire la vastità delle loro differenze. Sposata da cinque anni e madre di due bambini di 2 e 4 anni, fa il resoconto di tutto ciò che la differenzia dal marito, quando invece avrebbe voluto vivere e parlare con un cuore solo e una voce sola! Oggi elenca alcuni dei nervosismi della loro vita quotidiana che ritornano incessantemente e che le pesano. Ecco qui una lista di esempi – non esaustiva, aggiunge lei! Nonchalance per quanto riguarda la gestione del denaro, indifferenza al disordine, atteggiamento lassista nell’educazione dei bambini…

Il marito risponde a queste critiche dicendo che ha qualche difficoltà con questo desiderio di risparmio della moglie, che per lui una casa viva è sempre un po’ disordinata e che nel campo dell’educazione dei bambini, il suo riferimento è quello che ha vissuto con i suoi genitori. Ad ogni modo, conclude che probabilmente tutto questo dovrebbe essere rivisitato insieme.

Sì, la comunicazione è essenziale per eliminare i malintesi, le interpretazioni e i vari blocchi che sterilizzano la vita di coppia. Per raggiungere questo obiettivo, possiamo guardare le differenze del nostro coniuge con benevolenza: “In che modo il suo atteggiamento potrebbe essere interessante, se cambiassi il mio punto di vista?” Questo aiuterà a trovare un giusto equilibrio tra il modo di fare le cose e il modo di pensare.

Regola d’oro e punti in comune

Un altro atteggiamento da adottare è quello di rinunciare a volerlo cambiare. Se è necessario un cambiamento, cominciamo allora da noi stessi con l’aiuto delle osservazioni benevole del nostro coniuge! Le nostre opinioni divergono su alcuni punti? Con rispetto allora potremmo attuare questa regola d’oro: “Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro” (Mt 7,12-14).

Infine, c’è qualcosa di più fondamentale di questi deludenti disaccordi: sono i punti di ancoraggio di cui Lea parla. Se non è necessario che tutti i valori siano condivisi da entrambi, è necessario che quelli fondamentali per ciascuno siano comuni ed è propri in questi valori profondi che si radica la solidità del rapporto.

Tags:
bibbiacoppia
Top 10
See More