Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 28 Febbraio |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Perché pensare ad un amore di gioventù è pericoloso per la coppia?

KOBIETA

Steven Aguilar/Unsplash | CC0

Edifa - pubblicato il 06/07/20

Gli amori di gioventù sono come un salvagente sentimentale a cui ci si aggrappa ad ogni delusione o momento di dubbio. Ma pensare al passato a volte può essere pericoloso. Come dire addio allora al nostro primo amore che tormenta la mente e mette a dura prova la nostra vita matrimoniale?

Marie-Noël Florant

“Ho rincontrato il ragazzo di cui ero innamorata a 20 anni e provo gli stessi sentimenti che provavo all’epoca” mi confida Lea, imbarazzata ma con gli occhi scintillanti. “Ho la sensazione che potremmo realizzare ciò che non abbiamo potuto fare all’epoca, ma oggi sono sposata e mamma di tre adolescenti…” E mi racconta come questo amore giovanile fu ostacolato da circostanze esterne, contro le quali i due innamorati di allora non riuscirono a lottare.

Questo incontro rituffa Lea nel suo passato: è un ritorno ad un eldorado pieno d’amore e romantico a più non posso. Un modo per cancellare tutti i momenti di difficoltà e di dubbio che vive talvolta nella sua famiglia.

Tra sogno e realtà

Lea parla del marito con tenerezza, ma senza la passione che la divora quando invece evoca il suo primo amore. “Siamo entrambi molto impegnati professionalmente e quando siamo a casa, ci occupiamo delle urgenze: la gestione della casa, i compiti dei nostri figli, la programmazione delle vacanze… Nella nostra relazione coniugale si è instaurata una certa routine e direi addirittura una certa noia”, aggiunge malinconica.

Dopo qualche anno di vita matrimoniale, un marito e una moglie possono in effetti provare una certa stanchezza e persino una certa disillusione, dovuta ai loro obblighi e alla loro routine quotidiana: essere un buon marito o una buona moglie, un buon genitore, confrontarsi con la monotonia del proprio lavoro… Allora si inizia a sognare che con un altro, e in particolare con un primo amore, la vita avrebbe una sfumatura più chiara, gioiosa, appassionata e si pensa che si ritroverebbe una certa giovinezza e spensieratezza.

Ma attenzione a non creare un mondo immaginario, perché nella realtà le relazioni non sono così semplici, così belle, così pure. La memoria ricostruisce secondo i nostri desideri e spesso aggiungiamo, omettiamo, mescoliamo il vero e il falso, e tutto questo lo facciamo senza accorgercene.

Quando ci ritroviamo nel bel mezzo di sentimenti contrastanti, è necessario rimettere in prospettiva l’impegno sacramentale che ci lega indissolubilmente al marito o alla moglie. Quest’altro “amore” chimerico invece è chiaramente in contraddizione con lo spirito del sacramento del matrimonio, al quale ci si è liberamente impegnati e che coinvolge più che noi stessi. Infatti implica anche nostro marito o nostra moglie, i nostri figli e molte altre persone ancora. Possiamo farci aiutare allora, con umiltà e coraggio, di modo da poter superare la ricomparsa di questi sentimenti del passato che nuocciono al nostro impegno sacramentale.

Tags:
matrimonioprimo amoretentazione
Top 10
See More