Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Disegnate una mappa del cuore del vostro coniuge

Couple, Drawing, Heart,
Condividi

È importante conoscere il proprio coniuge per andare avanti con lui nel cammino della vita matrimoniale, soprattutto in tempi di tempesta. Gli sposi che hanno disegnato una mappa del cuore che rappresenta il mondo dell’altro, possono affrontare al meglio le difficoltà e i conflitti che a volte sorgono nel matrimonio.

di Marie-Noël Florant

Le coppie che hanno una buona intelligenza emozionale (la capacità di identificare, accedere e controllare le proprie emozioni, quelle degli altri e quelle di un gruppo) sono ben consapevoli dell’universo dell’altro. Hanno tutte le informazioni utili sulla vita del loro sposo, si ricordano degli avvenimenti che lo hanno segnato, conoscono il senso che ciascuno vuol dare alla propria vita, le inquietudini che li hanno afflitti e che ancora oggi li preoccupano, così come le loro speranze. Conoscono ogni angolo recondito del cuore del loro partner e ci si possono avvicinare con facilità. E voi, sareste in grado di disegnare la mappa che porta al cuore del vostro coniuge? Ecco alcuni consigli su come arrivarci. Prendete carta e penna. Pronti, partenza, via!

Una serie di domande dirette e discrete

Un’accurata conoscenza del proprio coniuge ci rende più forti per accompagnarlo in modo più giusto nel percorso della vita coniugale, in particolare nei momenti di mareggiata, o addirittura di tempesta, che fanno parte della vita quotidiana. Gli sposi che elaborano una mappa amorosa delle reciproche visioni del mondo sanno affrontare meglio le opposizioni e i conflitti che possono sorgere.

Per redigere queste mappe è necessario sottoporsi l’un l’altro a delle domande franche (ma discrete) in modo che, nel tempo, ognuno possa sentirsi meglio ascoltato e compreso. Per fare questo, i coniugi devono a turno interrogarsi, ascoltarsi, notare e soprattutto non giudicarsi a vicenda. Una conoscenza approfondita della vita interiore dell’altro arricchirà e approfondirà la relazione.

Conoscere meglio l’altro per amarlo meglio

Potranno essere esaminati un gran numero di ambiti, in modo giocoso o più serio, attraverso domande reciproche. Si può iniziare con domande leggere su hobby, amici, attività e sulle letture più importanti che hanno nutrito la nostra gioventù, per arrivare a domini più profondi sull’identità, come paure e speranze, ambizioni e fallimenti, ferite e guarigioni, relazioni affettive, grandi progetti…

La scoperta della vita interiore dell’altro non può che portare ad un ascolto benevolo e rispettoso, è un luogo sacro dove si trova accoglienza e silenzio. Tuttavia, è necessario stare al gioco e lasciare la porta aperta ad una migliore conoscenza dell’altro per amarlo meglio.

—–
*Marie-Noël Florant e Consulente coniugale e familiare.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni