Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 27 Gennaio |
Sant'Angela Merici
home iconSpiritualità
line break icon

Fioretti quaresimali: e se limitassimo l'uso degli schermi?

Phone, Family, Computer, Screens, Lent

© patat

Edifa - pubblicato il 13/03/20

Gli schermi occupano un posto importante, se non primario, in molte famiglie. Nel periodo di Quaresima, limitarne l'uso e considerarlo come parte integrante del digiuno potrebbe essere benefico per tutta la famiglia.

di Daniel-Ange

Conosciamo bene l’influenza che rasenta l’incantesimo che hanno su molti di noi gli schermi. Una vera droga, che porta a sindromi di dipendenza patologica. Se alcune persone vengono private del loro tablet o dell’iPhone per un mese, non è certo che riusciranno a resistere per più di due giorni, neanche forse per qualche ora, per poi accenderli di nuovo.

E se spegnessimo la televisione?

Quanti problemi familiari sono stati aggravati dall’intrusione di questi schermi, una sorta di “parte terza” che irrompe nella privacy delle case. Invece di guardarsi, ascoltarsi, perdonarsi, vivere insieme la quotidianità, è molto più facile guardare la TV o il computer per ore e ore! È quindi più importante che mai digiunare da ogni schermo per favorire, in questo tempo quaresimale e perché non anche dopo, la costruzione della famiglia, rafforzare i legami, far circolare la tenerezza e quindi la vita.

Alcune famiglie possono optare per un digiuno definitivo e totale, sostituendo la TV con un angolo di preghiera, i telefoni cellulari e i tablet con giochi da tavolo, ma il più delle volte è necessario semplicemente controllare l’uso degli schermi. In questo caso è necessario imparare a discernere, a selezionare e a limitarsi. Se il digiuno totale, anche solo in tempo di Quaresima, è troppo duro, è possibile limitare l’uso di tutti questi dispositivi a poche ore al giorno (e perché non alla settimana?).

Tags:
quaresima
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
4
Claudia Koll Vieni da me Rai1
Silvia Lucchetti
Claudia Koll: ho pregato tanto per mio figlio malato e ho ricevut...
5
WOMAN,OUTSIDE,BORED
Gelsomino Del Guercio
Soffri di accidia? Scoprilo e segui i rimedi di un monaco del IV ...
6
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
7
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
Vedi di più