Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 29 Febbraio |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Come pregare bene al mattino nonostante la luna storta

WAKING UP

BUNDITINAY I Shutterstock

Edifa - pubblicato il 14/01/20

Non riuscite a pregare al mattino per mancanza di tempo o perché siete di cattivo umore ma vi sembra di saltare una tappa importante della vostra giornata? Ecco qualche dritta che vi aiuterà a pregare al mattino.

Vi svegliate facendo il segno della croce, e poi? Quando abbiamo poco tempo e siamo stressati, pregare può risultare molto difficile. È necessario allora ricorrere a formule fisse, dette in un ordine preciso. A condizione di evitare di cadere nella routine, ripetere le stesse parole e le stesse frasi che si susseguono naturalmente aiuta a trovare con sicurezza una vera e propria libertà interiore. Quando al mattino siete di fretta, un pensiero o una parola possono riempirvi di gioia come “Dio mi ama”. In questo modo, il vostro cuore si desta e il vostro amore s’infiamma: “Cristo mi invita a seguirLo”. Ma è anche possibile che siate semplicemente stanchi, più simili ad un animaletto insonnolito piuttosto che all’uomo cosciente e libero all’alba della Creazione. Allora dire una preghiera decisa, attenersi all’impegno preso per amore, è già una vera preghiera. Sappiate inoltre che la preghiera detta con le labbra conduce spesso alla preghiera del cuore. Ciò che conta è ciò che ci permette di lodare il Signore e di renderGli grazie! In ginocchio o in piedi, di fronte al crocifisso o ad un’icona, verso la chiesa o il sole nascente (a proposito, avete individuato la direzione?) scendendo le scale della metropolitana o aspettando l’autobus… pregate!

Qualche semplice preghiera per iniziare bene la giornata

Dite un Padre nostro, la preghiera che il Signore ci ha insegnato, un Ave Maria per pregare con la Vergine Maria, il Credo in Dio, nella fede di tutta la Chiesa. Dite anche un Gloria al Padre o il Gloria a Dio nell’alto dei Cieli oppure il Gloria della Messa perché è una preghiera del mattino. Imparatelo a memoria: vedrete, non è poi così difficile!

Poi presentate al Signore questa giornata che vi dona; nella lode, offriteGli le pene e le sofferenze che segneranno questo giorno, gli incontri abituali e straordinari ed ogni momento in cui desiderate rimanere fedeli al Signore. Per finire la preghiera del mattino, perché non imparate a memoria una frase del Nuovo o dell’Antico Testamento che vi ha colpito durante le letture della Santa Messa dell’ultima domenica

Tags:
preghiera
Top 10
See More