Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Consigli per organizzare una bella festa di battesimo

Shutterstock
Condividi

Il battesimo di un bambino è spesso un’occasione per organizzate una bella festa che riunisca familiari ed amici. Ecco alcuni buoni consigli per festeggiare questa bella giornata senza stancarvi o rovinarvi la vita 

Dopo la cerimonia del battesimo, i familiari e gli amici si ritrovano per un pasto, per celebrare questa bella festa che indica l’ingresso del bambino nella comunità cristiana. L’organizzazione di questo ricevimento richiede una grande preparazione.

Come farsi aiutare

Anche se volete organizzare voi stessi questa giornata, accettate l’aiuto dei vostri cari. È importante che nel grande giorno siate rilassati. Ripartitevi i compiti e non prevedete nulla per il giorno stesso. Sarete infatti molto occupati (e forse anche un po’ stressati). Se alla cerimonia invitate molti bambini, prendete in considerazione l’idea di prendere una babysitter per godervi al meglio la giornata.

Scegliete un luogo bello ed economico 

Il vostro salotto o il giardino (se ne avete uno) è troppo piccolo per accogliere tutti gli invitati? Chiedete allora al vostro parroco il permesso di organizzare il ricevimento del battesimo nella sala parrocchiale. Potrete anche invitare alcuni fedeli e il celebrante del battesimo a partecipare ai festeggiamenti. Non esitate inoltre a chiamare tutti gli invitati per spiegare che avete poco spazio. Magari qualcuno vi proporrà gentilmente di organizzare il ricevimento a casa sua. Potreste inoltre affittare una sala o una grande casa con giardino per ospitare tutti i vostri familiari e amici.

Elaborate un menu

Non sentitevi obbligati a preparare un vero pranzo o una vera cena. Nessuno vi biasimerà. Infatti, una merenda, un aperitivo o un buffet freddo saranno altrettanto apprezzati e soprattutto meno complicati da preparare. Quindici giorni prima del battesimo, elaborate il vostro menu e pensate alle bevande. Una settimana prima, fate la spesa. Iniziate a congelare i piatti, di modo che tutto sarà pronto con largo anticipo. Congelare infatti è molto utile e non pone alcun problema per gli aperitivi, i piatti in salsa o la pasticceria. Con due o tre giorni di anticipo, preparate dei piatti che possano essere conservati senza problemi in frigorifero. Per i piatti già preparati, potrete chiamare un catering o chiedere ai vostri cari di portare ciascuno un piatto.

Pensate alle decorazioni

Il giorno prima del ricevimento, allestite le tavole e decorate la sala. Se siete a corto di idee, potete trovare delle belle decorazioni su Pinterest. Privilegiate il bianco, simbolo della Risurrezione. Non preparate troppi bouquet, ma pensate ai luoghi che potrebbero essere messi in evidenza e  dove potranno essere al sicuro.

Non dimenticate i confetti

Nel X secolo, la mandorla, frutto circondato da un guscio, era un simbolo di fertilità, come la nocciola. Alla fine della cerimonia, uscendo dalla chiesa, si gettavano sul bambino come segno della sua integrazione nella comunità cristiana. Ancora oggi, i confetti rimangono un elemento essenziale dei battesimi e dei matrimoni. I confetti buoni sono costosi ed è meglio quindi comprarli in grandi quantità per ridurne il costo. Anche se ve ne rimangono, saranno sempre utili per altri grandi eventi familiari. Su internet, potrete trovare innumerevoli idee per le bomboniere e in pochi click troverete quella giusta per voi.

Scegliete l’abito da battesimo del vostro bambino  

Shutterstock

Prevedete un abito bianco per il vostro bambino. Glielo farete indossare durante la cerimonia, dopo che avrà ricevuto il sacramento del battesimo, che lo farà “rivestire di Cristo”. Se non ne avete uno, chiedetene uno in prestito. Potrete trovarne anche nei mercatini o nei negozi per l’infanzia. Potreste anche cucire da soli l’abito del battesimo o eventualmente utilizzatene uno di famiglia. Molte famiglie infatti si tramandano lo stesso abito da battesimo di generazione in generazione. Per i bambini battezzati da grandi, può essere sufficiente una tunica bianca. Non dimenticate di fare delle prove prima del giorno della cerimonia per verificare le condizioni dell’abito e che la misura sia proprio quella giusta. Inoltre, potrete fargli indossare dei vestiti bianchi durante il ricevimento, dopo la cerimonia, per insistere sulla sua nuova condizione di Figlio di Dio.

Prevedete i regali

Di solito la madrina offre un oggetto religioso (ricordo del battesimo): una medaglia (d’oro o d’argento), una bella croce o una medaglia da appendere alla culla. Per quanto riguarda il padrino, può partecipare a questo acquisto o offrire un piccolo regalo più personale. Il modo migliore è di discuterne semplicemente con il padrino e la madrina che avete scelto per vostro figlio, per metterli totalmente a loro agio e spiegando loro che questi regali non sono il cuore della loro missione. È fuori discussione infatti che diventino dei distributori di doni. Il loro ruolo sarà soprattutto quello di fare in modo che il bambino segua il Signore per tutta la vita, in tutto ciò che farà ed in tutto ciò che sarà.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni