Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 18 Aprile |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Ho fatto una promessa, ma è diventata dannosa per la salute. Che fare ora?

PORANNA MODLITWA

Andrew Angelov | Shutterstock

O São Paulo - pubblicato il 11/11/22

P. Cido: le promesse hanno senso solo quando migliorano la nostra vita di fede e il nostro rapporto con Dio e il prossimo


Una promessa dannosa per la salute dev’essere rispettata? È il dubbio presentato da una lettrice a p. Cido Pereira, che le ha risposto suO São Paulo, pubblicazione dell’arcidiocesi brasiliana di San Paolo.

“Maria Zilda, di Vila Penteado, mi dice di aver promesso che non si sarebbe tagliata i capelli per ottenere una grazia, ma che ora i capelli le stanno cadendo. Ha un dubbio: ‘Infrangere la promessa è peccato?’”

Il sacerdote spiega il contesto delle promesse:

“Maria Zilda, le promesse sono modi per rafforzare le richieste che esprimiamo a Dio nel nostro cuore. Nelle promesse fatte a Dio e ai santi, leghiamo le grazie che chiediamo a un impegno a fare qualcosa che ci costa un sacrificio. Le promesse fanno parte della religiosità popolare, e sono manifestazioni di fede”.

P. Cido ha poi ricordato che le promesse hanno senso solo quando migliorano la nostra vita di fede e il nostro rapporto con Dio e il prossimo:

“Personalmente, a mio avviso le promesse migliori sono quelle che ci portano a vivere meglio la fede, ad amare maggiormente Dio e i fratelli”.

“E allora, sorella mia, per Dio è uguale se lei ha i capelli lunghi o corti. Se promette di dedicarsi maggiormente alla preghiera, il Padre celeste sarà felice del fatto che lei Gli stia più vicino, o se si impegna ad aiutare un povero, una famiglia bisognosa, Dio sarà felice, perché sta compiendo un gesto d’amore”.

“Faccia con i suoi capelli ciò che crede sia meglio, e cambi la sua promessa con un gesto di fede o amore per il prossimo. Dio sarà felice della sua gratitudine per le grazie ricevute”, conclude il sacerdote.

Tags:
promessa
Top 10
See More