Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 12 Agosto |
Santa Giovanna Francesca de Chantal
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Viaggio del Papa a Kiev: si lavora per una visita lampo ad agosto

Pope-Francis-Audience-Ukraine-Ukrainian-Antoine-Mekary-ALETEIA

Antoine Mekary | ALETEIA

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 11/07/22

“Il Papa è molto convinto che se lui potesse fare una visita potrebbe avere anche dei risultati positivi"

Il viaggio a Kiev si comincerà a preparare dopo quello in Canada e non è escluso che Papa Francesco vada in Ucraina già in agosto.  Lo ha detto l’arcivescovo Paul Richard Gallagher al Tg1, nell’intervista con il vaticanista Ignazio Ingrao.

Risultati positivi possibili”

“Il Papa – ha detto Gallagher – è molto convinto che se lui potesse fare una visita potrebbe avere anche dei risultati positivi. Lui ha detto che andrà in Ucraina e si è sempre mostrato disponibile a visitare Mosca e a incontrare anche le autorità russe”. 

000_32433ER.jpg

Dipende dal Canada

Alla domanda se il viaggio a Kiev potrebbe avvenire di ritorno dal Canada, dove Papa Francesco sarà nell’ultima settimana di luglio, l’arcivescovo ha risposto: “Sì, credo che ritornando dal Canada si comincerà a studiare veramente le possibilità”. E sull’eventualità che accada già in agosto, ha dichiarato: “Possibilmente, non lo escluderei, però molto dipende dai risultati del viaggio in Canada, vediamo come il Papa resisterà a questo viaggio che è anche molto impegnativo e poi vediamo”.

Con Mosca non ci sono contatti “diretti”

Sui contatti con Mosca per la possibilità di un viaggio a Mosca, Gallagher ha detto: “I nostri contatti con la Federazione Russa in questo momento sono piuttosto istituzionali tramite il nunzio apostolico a Mosca e tramite l’ambasciatore russo qui presso la Santa Sede. Oltre a questo non ci sono tanti contatti diretti o personali”(Vatican News, 10 luglio).

033_27900661.jpg
Francesco e il patriarca ortodosso di Mosca Kirill, durante il loro primo storico incontro nel giugno 2020. Poi si sono sentiti in videochiamata a marzo 2022.

Italiani in corteo in Ucraina 

Un abbraccio ai più fragili, proprio sulla frontiera a Medyka, confine tra Ucraina e Polonia: è il senso della marcia “fraterna” per la pace dei rappresentanti di trentacinque associazioni italiane. Realtà della società civile riunite sotto la sigla Mean che sta per “Movimento europeo di azione nonviolenta”. 

Nel giorno di san Benedetto

L’appuntamento si è svolto oggi 11 luglio, giorno in cui si celebra il patrono d’Europa, san Benedetto, e si ricorda il massacro di Srebrenica. E avviene a poche ore dalla distruzione di un condominio a Chasiv Yar, nella regione di Donetsk dell’Ucraina orientale, centrato da un missile russo: almeno quindici i morti, secondo le autorità locali, ma si cercano i dispersi.

“Accanto fisicamente al popolo aggredito”

È la prima manifestazione italiana di cittadinanza attiva che fa tappa nella capitale dell’Ucraina, a Kiev. “Vogliamo essere accanto fisicamente, e non solo a parole, a un popolo aggredito ma poi dire che c’è bisogno anche di una resistenza civile, condivisa, che chiede la fine delle ostilità e che è pronta a impegnarsi nell’incontro. Questa guerra che è in Europa ci riguarda in prima persona e ci domanda di intervenire dal basso”, spiega Angelo Moretti, portavoce del Mean (Avvenire, 11 luglio).

Tags:
kievpapa francescoucraina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni