Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 25 Gennaio |
Conversione di Paolo
Aleteia logo
Cultura
separateurCreated with Sketch.

Raggiungere la santità nella vita quotidiana: cosa significa e come farlo

DANIEL ARASA

cinemanet.info

Merche Crespo - pubblicato il 04/12/21

Nel suo ultimo libro “Dios no pide el currículum”, lo scrittore e giornalista Daniel Arasa ci esorta a partecipare attivamente alle istituzioni e ai doveri umani, ma sempre con lo sguardo posto su Dio


Nel libro Dios no pide el currículum (Dio non chiede il curriculum), il cui sottotitolo è Testimonios y reflexiones espirituales de un periodista (Testimonianze e riflessioni spirituali di un giornalista), l’autore Daniel Arasa compie un’analisi approfondita, sempre con una visione spirituale, della moltitudine di aspetti della vita quotidiana.

Canto all’amore di Dio

Partendo da esperienze, ispirazioni e pensieri personali, esposti senza la pretesa di apparire come un maestro, ma con il desiderio che siano utili agli altri, Arasa sottolinea che la vita spirituale non è un insieme di regole e di divieti. Non significa neanche ottenere un premio o un castigo finale. Al contrario, la cosa più importante è l’amore.

“Per elevarsi al Cielo, per andare verso Dio, bisogna agire come se si viaggiasse in mongolfiera: pesare poco, essere distaccati dalle cose e da se stessi”.

È una delle idee principali di questo libro, un canto all’amore di Dio e alla vita.

Teologia profonda con linguaggio giornalistico

In realtà, il testo nasce più dalle esperienze della vita ordinaria dell’autore che da speculazione e teoria. Il lettore si troverà quindi davanti a un manoscritto di teologia profonda, ma redatto con un linguaggio giornalistico avvincente.

Come spiega nel prologo Rafael Rodríguez-Ponga, rettore dell’Universitat Abat Oliba CEU, “Daniel Arasa, sempre tanto attivo, ci offre ora una nuova opera, che inizia con un titolo davvero suggestivo: Dios no pide el currículum. Testimonios y reflexiones espirituales de un periodista. Leggendolo, penso che abbia azzeccato a sottolineare le due parole chiave, collocandone una all’inizio (Dio) e una alla fine (giornalista), il che ci permette di comprendere la forza del suo messaggio(…) Arasa è un giornalista che parla di Dio”.

A volte l’autore fa riferimento a testi di canzoni attuali – o meno – che gli sono servite da ispirazione al momento di riflettere o gli hanno offerto lucidità per pregare.

Sono molte anche le citazioni di santi, scrittori o fotografi, o le sequenze di film. Il modo di spiegare molti aspetti della vita cristiana si può considerare rivoluzionario, ed è decisamente accessibile ai fedeli.

Abbiamo parlato con lui di alcuni aspetti della sua opera.

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni