Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 04 Dicembre |
San Giovanni Damasceno
Aleteia logo
Cultura
separateurCreated with Sketch.

Musica: 6 inni per la festa di Ognissanti come non li avete mai ascoltati

JIMMY NELDHAM

TheJugglingMime | YouTube | Fair Use

J.P. Mauro - pubblicato il 03/11/21

Da Louis Armstrong a Matt Maher, trovate il brano giusto per questa occasione

La celebrazione della festa di Ognissanti è una tradizione che risale al IX secolo, e la Chiesa dispone di una serie di begli inni, alcuni dei quali scritti dai santi stessi, per questa occasione.

Oltre agli inni più tradizionali, troviamo una serie di riformulazioni uniche di alcuni degli inni più famosi del giorno di Ognissanti. I testi sono gli stessi, ma la musica è molto diversa dall’inno corale di riferimento.

Non è insolito che un inno sia associato a varie melodie, che riflettono la musica del rispettivo periodo di ogni compositore. Ecco uno sguardo moderno agli inni, con artisti di ogni genere che elevano la loro lode al Signore.

1. “For All The Saints” – Dan Haseltine

Scritto dal vescovo anglicano William Walsham How nel 1864, For All The Saints è stato da allora un inno popolare. Il brano è stato redatto come inno processionale per il giorno di Ognissanti. È stato cantato nella melodia nota come SARUM fino al 1906, quando è stato pubblicato in una raccolta di inni diversi e la melodia è stata sostituita da una nuova, di Ralph Vaughan Williams.

Dan Haseltine, che ha inciso la propria versione nel 2015, segue la melodia di Vaughan Williams, anche se vagamente. Haseltine l’ha trasformata in una musica rilassata, che sembra fatta per la strada, e in effetti è particolarmente appropriata per questo, visto che alcuni dei brani più famosi di Vaughan Williams sono stati lanciati come “Canzoni di Viaggio”.

2. “Sing with All the Saints in Glory” – Chris Wittington

È un inno epico spesso suonato nello stesso tono dell’Inno alla Gioia di Ludwig Van Beethoven. È apparso nelle raccolte di inni di tutte le denominazioni cristiane da quando è stato scritto, nel 1873. Il testo è di William J. Irons, un padre della Chiesa d’Inghilterra più noto per i suoi sermoni che per i suoi inni.

L’arrangiamento di Wittington si allontana dalla famosa melodia di Beethoven. È caratterizzato da un ritmo saltellante, e il mandolino e i violini aumentano la natura unica di questo inno.

3. “Awake O Sleeper” – Morning Star

Awake O Sleeper è un inno del XX secolo del ministro episcopaliano reverendo Francis Bland Tucker. Il testo non è stato composto come un inno, ma come il testo di un’antifona corale. Il brano non è stato pubblicato fino al 1982, quando è diventato un successo. Si basa su Efesini 5, 14 e su altri passi della lettera di San Paolo.

Morning Star ha realizzato una versione molto diversa dell’inno, con accompagnamento completo di un’orchestra. Il brano ha ancora alcuni aspetti corali, con il cantante sullo sfondo che sostiene quello principale. Questa versione affonda nel territorio del prog-rock, con assoli di chitarra nel corso del brano.

4. “Rock of Ages” – Jimmy Needham

Questo inno del XVIII secolo è stato scritto dal reverendo Augustus Toplady, ministro anglicano riformato. È stato pubblicato per la prima volta su The Gospel Magazine, venendo accolto così bene da essere rapidamente pubblicato in altre raccolte di inni.

C’è una storia popolare sul modo in cui è nato l’inno, anche se alcuni sostengono che non sia vera. Si dice che Toplady sia stato colto da una tempesta mentre attraversava un canyon a Burrington, in Inghilterra. Riparandosi in una fenditura del canyon, avrebbe ricevuto all’improvviso i versi iniziali. Ecco la bella edizione di Jimmy Needham sulla base di questo famoso inno.

5. “When The Saints Go Marching In” – Louis Armstrong

Nessuna lista di inni per Ognissanti sarebbe completa senza When the Saints Go Marching In, e nessun artista è più famoso per la sua interpretazione di Louis Armstrong.

Il brano è associato a New Orleans, come allo stesso Armstrong. La sua esibizione allo stile di New Orleans è diventato il modello di riferimento per suonarlo, con strumenti che improvvisano intorno alla melodia suonata dalla tromba.

6. “Litany of the Saints” – Matt Maher

La Litania dei Santi è una preghiera antica quasi quanto la Chiesa cattolica. È una supplica a Dio Uno e Trino che chiede l’intercessione della Santissima Madre, dei santi e dei martiri. In genere è cantata nella Veglia Pasquale, nei Battesimi, nella scelta di un nuovo Papa e nel giorno di Ognissanti.

L’arrangiamento di Matt Maher della Litania è uno dei più azzeccati della lista, e inserisce un po’ di strumentazione moderna mantenendo al contempo il cuore dell’inno.

Tags:
inniognissanti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni