Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 23 Ottobre |
San Giovanni da Capestrano
Aleteia logo
home iconStorie
line break icon

Un giovane attivista incontra il Papa: “Ha detto che l’uomo di oggi è curvo”

Facebook | Giacomo Zattini

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 01/10/21

Giacomo Zattini, studente universitario a Forlì, è l’attivista di Fridays For Future che ha consegnato al Papa la “Lettera agli adulti”. “Sembrava un po' come un nonno, circondato da guardie del corpo"

Un incontro speciale tra Papa Francesco e Giacomo Zattini. Lo studente universitario che frequenta il corso magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche di Forlì, è il giovane attivista che il movimento ambientalista Fridays For Future, ispirato da Greta Thunberg, ha incaricato per consegnare a Papa Francesco, la Lettera agli adulti”. 

La lettera è un documento-appello in cui si chiede ai “potenti del mondo” di lavorare uniti ai giovani per il futuro del pianeta, combattendo così l’emergenza climatica che potrebbe avere conseguenze disastrose nei prossimi decenni. 

“Non ci stavo nella pelle, l’emozione è stata fortissima”

L’associazione Earth Day aveva i contatti con lo staff di Papa Francesco per un incontro con diverse associazioni e gruppi a livello nazionale che si occupano di ambiente e sociale. Da qui la presenza di Fridays For Future e Giacomo Zattini. 

«Prima di un incontro o di svolgere un esame ho sempre una grande ansia. Infatti mi sudavano le mani. Non ci stavo nella pelle – ha raccontato a Forlì Today (28 settembre). – Quando è arrivato è stata una fortissima emozione. Poi quando abbiamo cominciato a parlare mi sono tranquilizzato, perchè in quel momento rappresentavo un movimento che sta facendo cose importanti a livello mondiale, coinvolgendo la società civile e politica».

“Si vedeva che era interessato a noi giovani”

«Si vedeva che era contento di vedere volti giovani – afferma Giacomo – Prima aveva svolto delle riunioni ed una diretta su Tv2000. Ci ha salutato con molto calore. Poi si è intrattenuto con ciascun rappresentante delle associazioni presenti. E’ stato molto disponibile nell’ascolto ed aperto. Mi ha infatti impressionato come una figura così impegnata e pressata da tante cose di cui dover tener conto avesse questa grande disponibilità. Si vedeva chiaramente che era interessato a quanto ciascuno di noi esponeva, cercando il contatto con noi giovani».

“Come un nonno”

Papa Francesco, spiega Giacomo, «sembrava un po’ come un nonno, circondato da guardie del corpo. Ci siamo sentiti accolti. E’ stato bellissimo. E solo dopo l’incontro ho realizzato la cosa. Ho avuto davanti il Papa, tra le poche figure che hanno un’impatto globale sulle persone, non solo cattoliche».

“Chiasso” e “rumore”

L’incontro “privato” di Giacomo Zattini con il Papa è durato «circa un minuto», mentre quello “pubblico” con tutti gli attivisti «una quarantina di minuti. Siamo stati ricevuti nella Sala Clementina. Ha preso il microfono e ci ha fatto un discorso durante il quale ha tirato fuori una maglietta raffigurante l’evoluzione dell’uomo, da Homo Erectus a Homo Habilis, da curvo ad eretto, per poi diventare nuovamente curvo. E ha evidenziato come l’uomo di oggi sia ancora ‘curvo’, simboleggiando una discrepanza nel processo di crescita. Ed ha affidato ai giovani il compito di risollevarlo. ‘Tiratelo sù’, ci ha detto. E poi ci ha invitato a ‘fare chiasso e rumore’, ricordandoci che ‘non siete il futuro, ma il presente. Quando vi dicono che siete il futuro non credeteci, siete il presente’».

La richiesta del giovane attivista al Papa

Nel minuto “privato”, Giacomo ha chiesto «se aveva intenzione di farla sua la “lettera agli adulti” in occasione della Cop 26, dove probabilità sarà ospite in qualità di leader mondiale, e non di uno Stato. A livello spirituale sarebbe importante se facesse sua questa lettera, per rivolgersi a tutta l’umanità e non solo ai leader politici».

Tags:
cambiamenti climatici
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
SQUID GAME, NETFLIX
Annalisa Teggi
Squid game, il gioco al massacro è un mondo senza misericordia
7
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni