Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 18 Settembre |
San Giuseppe da Copertino
home iconArte e Viaggi
line break icon

3 vie leggendarie di pellegrinaggio fuori da quelle più battute

MACHAERUS

Shutterstock | Drone Media Studio

Daniel R. Esparza - pubblicato il 24/07/21

Un viaggio che porta dal Medio Oriente all'Irlanda attraverso l'Europa continentale

Il Libro della Genesi è fondamentale per le idee di pellegrinaggio cristiane. Le tradizioni cristiane hanno considerato questo testo come il ritratto degli esseri umani come esuli in un mondo spesso inospitale, estranei nei confronti sia di Dio che degli altri. Narrative bibliche successive sottolineano questo essere esiliati come un attributo costitutivo dell’esistenza.

Anche una lettura superficiale mostra chiaramente che l’esilio è una costante in tutto l’Antico Testamento. Abramo e i suoi discendenti passano da un esilio all’altro – l’Egitto, il deserto, Babilonia –, ma il fatto che anche il pellegrinaggio spicchi nella maggior parte di queste narrazioni mostra che entrambe le esperienze (il pellegrinaggio e l’esilio) condividono dei tratti comuni. Spesso i tanti viaggi diversi da e verso l’esilio che troviamo nella Scrittura sono pellegrinaggi, dotati di un ricco significato spirituale.

Questi motivi giocano un ruolo fondamentale nel pensiero cristiano, e vengono spesso riassunti in un unico termine, il greco exodos. Il Vangelo di Luca (cfr. Lc 9, 28-36) lo usa per riferirsi alla morte e resurrezione di Gesù. Exodos è una parola composta, formata dal prefisso “ex” (fuori) e da “hodos” (via, strada). Letteralmente, exodos indica un’uscita. Nella Trasfigurazione, troviamo Gesù, Mosè ed Elia che parlano dell’esodo di Gesù, che stava per portare a compimento a Gerusalemme. Luca usa il termine come un’ovvia allusione all’esodo di Mosè dall’Egitto e alla partenza di Elia da questo mondo, entrando in cielo vivo “in un vortice”.

Ma non è un tratto esclusivo del Vangelo di Luca. Tutti gli autori del Nuovo Testamento sottolineano l’inevitabile transitorietà di questo mondo (cfr. Gv 2, 17; 1 Cor 7, 31; Gc 1, 11), incoraggiando così i credenti a considerarsi “stranieri e pellegrini” sulla Terra, o residenti temporanei la cui vera casa è il paradiso (1 Pt 2, 11; Eb 11, 13). Questi testi hanno aiutato a percepire la vita cristiana come un viaggio verso quella patria, dando così al pellegrinaggio cristiano una dimensione distintiva interiore ed esteriore.

I pellegrinaggi cristiani venivano inizialmente compiuti a luoghi associati alla nascita, vita, crocifissione e resurrezione di Gesù, ma anche a quelli associati ai primi santi e martiri della Chiesa. Le testimonianze risalgono già al III secolo, e molte descrizioni di pellegrinaggi cristiani in Terra Santa al IV, mostrando che questa pratica era piuttosto comune. Oltre a questo, era incoraggiata da vari Padri della Chiesa, sia occidentali che orientali.

Ecco tre pellegrinaggi eccezionali che esulano dalle vie più battute e che potreste voler aggiungere alla vostra lista, uno in Medio Oriente, uno in Irlanda e uno nell’Europa continentale.

1. Il Purgatorio di San Patrizio

Noto come “l’Ironman dei pellegrinaggi”, il Purgatorio di San Patrizio ha più di mille anni. La leggenda dice che mentre si trovava su Station Island, un isolotto al largo dell’Irlanda, Patrizio pregò il Signore perché lo aiutasse a convertire un pubblico particolarmente incredulo. Le sue preghiere vennero ascoltate. Dio gli mostrò una grotta in cui, secondo la tradizione, chiunque entrasse avrebbe potuto vedere la sofferenza delle anime del Purgatorio, i tormenti di quelle che si trovavano all’Inferno e le gioie del Paradiso.

  • 1
  • 2
Tags:
pellegrinaggio

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
3
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni